"Forte" è il nuovo singolo di Mavie: «A Sanremo tiferò per Hu. Contenta per la vittoria di Baltimora a X Factor»

Domenica 16 Gennaio 2022 di Chiara Morini
Maria Vittoria Trifogli, di Ancona, canta con il nome d'arte di Mavie

ANCONA - È una delle artiste più promettenti della nuova scena musicale italiana: l’anconetana Mavie, classe 1997, al secolo Maria Vittoria Trifogli, ha pubblicato pochi giorni fa il suo nuovo singolo “Forte”.

Mavie come nasce questo singolo?
«Lo avevo già scritto alcuni mesi fa. Poi ci siamo trovati io e Davide Ice, che ha curato anche il precedente singolo “Sole”, e dopo la prima versione di questa nuova canzone, “Forte”, abbiamo fatto una mappatura e ci siamo accorti che servivano alcuni aggiustamenti, lo abbiamo riarrangiato. Cose di questo tipo a volte sono un bene a volte un male, ma quando serve si fanno».

 
Questa volta è stato un bene?
«Sì, anche perché io sono molto meticolosa, e questo brano è venuto fuori in modo lineare».


Cosa racconta “Forte”?
«Sono sempre io, me stessa. Con qualche piccolo cambiamento: da poco mi sono trasferita a Milano, e questo brano, in un certo senso, rappresenta una sorta di predizione, mi sono successe alcune cose. Ho sempre pensato che spesso si spinge troppo il pedale dell’acceleratore, dando la precedenza alla velocità, intesa qui come quantità, a scapito della qualità. Per me è importante far capire quello che voglio, racconto la vita come la vedo».


Una sorta di “slow” future quindi?
«In un certo senso sì, affronto tutto e faccio le cose in maniera più ragionata, cercando di fare al meglio tutto ciò che devo».


Come nasce il titolo?
«Scrivo molto e spesso non riesco a trovare una parola sola che descriva per me il brano. Se dipendesse da me il titolo sarebbe l’intero testo. Qui è la parola che ricorre di più nella canzone: la fragilità di cui siamo fatti e le nostre sconfitte sono la forza per quello che dovremmo fare domani. In più all’interno dei cofanetti promo che abbiamo realizzato c’erano anche altre cose, come una borraccia e gomme energizzanti».


Insolito.
«Io sono molto legata agli sport. Il correre forte qui per me ha un duplice significato: quello fisico e quello di andare verso gli obiettivi». 


“Forte” segue l’altro singolo “Sole”, come è andato il video?
«Bene. Credo che il mio messaggio sia arrivato, era anche molto strutturato».


E per questo ultimo singolo?
«Il video uscirà fra non molto, ho coinvolto Federico De Cecco, anconetano anche lui, con cui avevo già collaborato in passato».


Per chi non la conosce chi è Mavie?
«Mi sono avvicinata alla musica intorno ai 13 anni, poi nel 2020 sono usciti alcuni singoli autoprodotti e quindi il primo Ep “Camaleonte” per Zio Mario Records. Poi “Basquiat” con Rossella Essence e quindi l’ingresso in Thaurus, con il singolo “Le Luci”, poi “Sole” e ora “Forte”».


Nel futuro?
«Ho molti progetti, vorrei fare un disco, amo la musica, ma mi piace anche dedicarmi alla cucina e allo sport. Sogni particolari non ne ho, se non fare quello che faccio con razionalità. Magari Sanremo, un giorno, sarebbe un’esperienza da vivere, una bella dimensione».


A Sanremo 2022 ci sarà la fermana Hu, la conosce?
«Sì, ci sentiamo spesso, lei ha grandi capacità. A Sanremo c’è stata già con Sanremo Giovani, ma non ha vinto, mi auguro possa andare il più avanti possibile. Ora siamo impegnate entrambe, ma c’è una grande stima reciproca».


E del suo concittadino Baltimora, cosa dice?
«Ci siamo sentiti diverse volte. Lui è bravo, sono stata contenta quando ha vinto X Factor». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA