Dalla tromba di Fresu allo Stradivari di Tifu, la nuova stagione concertistica di Senigallia nel segno del Maestro Mondelci

Dalla tromba di Fresu allo Stradivari di Tifu, la nuova stagione concertistica di Senigallia nel segno del Maestro Mondelci
Dalla tromba di Fresu allo Stradivari di Tifu, la nuova stagione concertistica di Senigallia nel segno del Maestro Mondelci
di Sabrina Marinelli
3 Minuti di Lettura
Martedì 8 Novembre 2022, 07:10

SENIGALLIA - Un viaggio musicale che parte dalla tromba di Paolo Fresu per concludersi con il violino di Anna Tifu, passando dall’energia vocale di The Washington Gospel Singers, al connubio della danza con il tango argentino di Astor Piazzolla fino alla presenza sul palco di ballerini amati dal pubblico come Anbeta Toromani. Sono sei le tappe della rassegna musicale Senigallia Concerti, promossa dal Comune di Senigallia e dall’Associazione LeMuse. 

 
L’inaugurazione
Ad inaugurare la stagione sarà Paolo Fresu il 27 novembre alle 18 con Back to Bach al tetro La Fenice. «La nostra presenza a Senigallia assieme ai Virtuosi Italiani – il messaggio trasmesso da Paolo Fresu - assume un significato speciale, in relazione ai fatti che hanno devastato la città. Musica è sinonimo di solidarietà e il linguaggio dei suoni è sempre capace di unire, connettere cuori e pensieri oltre che ricostruire luoghi e coscienze». Per l’appuntamento del 4 dicembre alle 19 la location sarà il Duomo con Bagliori di Pace, concerto gratuito con il coro polifonico “Città di Tolentino” e l’Italian Saxophone Quartet. Al teatro gli altri appunti dal Concerto di Natale con The Washington Gospel Singers il pomeriggio del 25 dicembre alle 18 poi il 26 gennaio alle 21 uno spettacolo di balletto eseguito con musica dal vivo dal titolo Preludes con Ambeta Toromani.

L’omaggio ad Astor Piazzolla andrà in scena la sera del 4 febbraio. Gran finale con Anna Tifu e il suo Stradivari, accompagnata dal pianista Romeo Scaccia, alle 18 del 12 marzo. «La rassegna nasce dall’idea condivisa con l’Amministrazione comunale di creare un polo culturale di riferimento regionale per l’offerta di musica classica, contemporanea e jazz – ha spiegato il Maestro Mondelci direttore artistico dell’Associazione Culturale LeMuse -. Sono felice di mettere al servizio di Senigallia la mia lunga esperienza di concertista e direttore artistico che si concretizza in questo progetto, accreditato dal Ministero della Cultura, contribuendo alla rinascita morale, culturale, oltre che sociale ed economica, di un ampio territorio così duramente provato».
Il punteggio record
Su oltre 500 progetti ne sono stati accolti 136 e Senigallia Concerti ha avuto il punteggio più alto. «L’Associazione LeMuse è lieta di presentare il primo cartellone di una programmazione – ha aggiunto la vicepresidente Antonella Cecere -, che ci auguriamo possa declinarsi nel tempo in una tradizione di grande musica per Senigallia». Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Massimo Olivetti e dall’assessore alla Cultura Riccardo Pizzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA