“Gli anni folli della velocità” di Ogiva tra i finalisti dell’International Motor Film Award nella sezione documentario

Mercoledì 15 Settembre 2021
Una scena del film girata davanti alla Rocca roveresca di Senigallia

SENIGALLIA - Oggi una giornata speciale a Londra per Ancona e Senigallia, che saranno rappresentate alla serata finale dell’International Motor Film Award, una vetrina di alto profilo di talenti e la più prestigiosa serata di celebrazioni e premi del mondo per l’industria automobilistica e televisiva, considerato gli oscar di questo settore. 

 

Tra le centinaia di film arrivati da tutto il mondo, “Gli anni folli della velocità” di Gabriele Ogiva è tra i sei finalisti nella categoria Miglior Documentario. Il film documentario celebra il glorioso Circuito di Senigallia che si svolse dal 1928 al 1956 e che per mezzo secolo fu l’evento più importante per la città. Erano più di 100mila le persone che ad agosto raggiungevano la spiaggia di velluto a sostenere gli idoli dell’epoca.

Il film si sofferma anche sulla storia di una famiglia anconetana un po’ fuori dall’ordinario, attraverso una ricostruzione di documenti inediti e rari sulla città dorica.


Il film prodotto da Gabriele Ogiva nel 2020 con gli attori Marco Di Stefano e Elena Schiavoni e la regia della jesina Federica Biondi, è in distribuzione dalla Premiere Film nei migliori festival da aprile, e ha già collezionato dieci riconoscimenti di assoluto rilievo. La tappa a Londra è un altro importante traguardo. Il viaggio continuerà il 22 settembre al Bellaria Film Festival, una delle kermesse più longeve e importanti in Italia e seguirà poi il suo tour a Caorle il 24 settembre. Una storia tutta marchigiana in giro per il mondo, in attesa di abbracciare il pubblico nelle sale dal prossimo dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA