Selvaggia Lucarelli, l'affondo social a Massimo Giletti: «È un maschilista povero di intelletto»

Non si spegne la bagarre tra Lucarelli e Giletti. Dopo le prime accuse, la giornalista torna sui social perdirne quattro al collega

Selvaggia Lucarelli, l'affondo social a Massimo Giletti: «È un maschilista povero di intelletto»
Selvaggia Lucarelli, l'affondo social a Massimo Giletti: «È un maschilista povero di intelletto»
3 Minuti di Lettura
Martedì 22 Marzo 2022, 12:18

Massimo Giletti e Selvaggia Lucarelli la polemica continua. Tutto era cominciato con una Lucarelli che accusava il coduttore di Non è l'Arena, a Odessa per fare un report della guerra Russia-Ucraina, di aver registrato precedentemente i suoi servizi perché dalle 20 era in vigore il coprifuoco e di aver trasformato la guerra «in set di un film di serie B». Poi Giletti, raggiunto dall'Adnkronos replicò alle critiche "astenendosi" (in parte) da giudizi. «Credo che la Lucarelli esprima il suo meglio quando alza le palette a Ballando con le Stelle. Non merita nessun altro tipo di commento».

Massimo Giletti-Selvaggia Lucarelli, la polemica si accende

Ovviamente Selvaggia ci ha messo un attimo a cinguettare: «La povertà intellettuale di Giletti sta anche nel non saper rispondere nel merito (la spettacolarizzazione della guerra), ma di fare la battuta dal retrogusto maschilista della serie “occupati di cose frivole”. Che non racconta nulla di me, ma molto di lui, ancora una volta».

Le accuse social

Ma su Instagram le repliche continuano. «Riguardo l'informazione alla Giletti basata sul sensazionalismo e sull'emotività... al momento non esistono prove di stupri di massa con impiccagioni o instigazioni al suicidio in Ucraina, come sta riportando qualche incauto spacciandolo per certezza».

E continua poi ad affondare la Lucarelli. «Interessante come noti giornalisti maschi di noti quotidiani questa settimana abbiano demolito la tv di Giletti. Avete letto lui che risponde? Che li dileggia? No». E il post continua. «Il solito problema del maschio involuto e in affanno: rimettere a posto una professionista citando selettivamente - a suo avviso - più frivolo in cui si muove, per delegittimare. E soprattutto per svincolare il contenuto della critica». Insomma anche stavolta Selvaggia Lucarelli non è stata a guardare alle accuse ricevute. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA