Libri a forma di ciak a Sant'Elpidio a Mare con tanti scrittori illustri, due spettacoli di prosa e una serata in ricordo di Cesare Pavese

Domenica 19 Settembre 2021 di Chiara Morini
Chiara Francini

SANT'ELPIDIO A MARE - Un libro a forma di ciak, o un ciak a forma di libro se si preferisce: il logo dell’edizione 2021 del Festival letterario “Libri a 180°” di Sant’Elpidio a Mare, disegnato da Renzo Sciutto, ben descrive il tema “Dal libro al film”. 10 giornate con numerosi eventi, tra spettacoli, workshop e presentazioni di libri dal 2 al 10 ottobre prossimi, al teatro Cicconi. «Non è un festival tematico, come ad esempio possono essere quelli di gialli o del genere romance – spiega la direttrice artistica Giulia Ciarapica – ma è uno dei festival con i contenuti più ampi, con ospiti, autori e artisti che arrivano da tutta Italia. Quest’anno abbiamo scelto il tema dei film». Per film si intende tutto quanto ruota alla trasposizione cinematografica o di serie tv tratte dai testi letterari.

 

 
Il 2 e 3 ottobre un workshop, all’Auditorium Giusti: Francesca Serafini parlerà del tema “Dal libro al film”, in un evento realizzato in collaborazione con l’accademia Molly Bloom. Sabato 2 ottobre ci sarà anche l’ultima tappa del tour “Guido Catalano’s favoloso vivo”, per un evento a «tema poesia molto pop», spiega Giulia Ciarapica. La scrittrice Catena Fiorello, che il 3 ottobre presenterà il suo libro “Amuri”, a Sant’Elpidio a Mare parlerà anche di “Picciridda”, da cui è stato tratto l’omonimo film del 2019. Dello stesso anno è il film “Pinocchio”, protagonista nella giornata del 4 ottobre: alle 20 si comincia con l’intervento di Giulio Troli che ha collaborato alla sceneggiatura del film di Matteo Garrone. Troli dialogherà con il regista e documentarista Marco Cruciani. Al termine sarà proiettato il film. 


Il 5 ottobre c’è il ricordo di Cesare Pavese, con cena a tema al ristorante Ponti Oscuri (ore 19) durante la quale Pierluigi Vaccaneo, direttore della Fondazione Cesare Pavese racconterà uno spaccato più intimo dell’autore. Dopo la cena alle 21,30 sarà rappresentato il penultimo spettacolo della stagione di prosa: Andrea Bosca sarà protagonista de “La luna e i falò”. Il 6 ottobre Gabriella Genisi presenterà “La regola di Santa Croce” e parlerà della serie “Le indagini di Lolita Lo Bosco”. Fumetti, il giorno 7, con Alessandro Baronciani in “Quando tutto diventò blu”. L’artista disegnerà dal vivo e ci saranno le musiche di Corrado Nuccini, Daniele Rossi, e le voci di Ilaria Formisano e Her Skin. Il giorno dopo tocca a Stefania Auci che presenta “L’inverno dei leoni”, mentre il 9 arriva Chiara Francini, a presentare il suo romanzo “Il cielo stellato fa le fusa” e poi, dopocena, a salire sul palco insieme ad Andrea Argentieri in “L’amore segreto di Ofelia”.

Il festival si chiude domenica 10 ottobre con Silvia Avallone per presentare “Un’amicizia”, di cui già sono stati acquisiti i diritti per farne una serie tv, come anche per la Auci. Dopo l’incontro con Avallone si terrà la premiazione del vincitore del primo premio Libri a 180°. «Tutti gli eventi sono gratuiti ad eccezione degli spettacoli», il commento di Monia Bassetti dell’Amat, che collabora alla kermesse. «Grazie a questo evento ci hanno riconosciuto il ruolo di “Città che legge”», chiudono il sindaco Alessio Terrenzi e l’assessore Gioia Corvaro.

Ultimo aggiornamento: 23 Settembre, 13:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA