The Fottutissimi di San Lorenzo in Campo escono con un nuovo album: «La nostra è pura energia punk-rock»

Giovedì 23 Dicembre 2021 di Marco Spadola
The Fottutissimi di San Lorenzo in Campo

SAN LORENZO IN CAMPO - The Fottutissimi non smettono mai di stupire! La band marchigiana ha impacchettato un meraviglioso regalo che i tanti fan potranno aprire il giorno di Natale. Il 25 dicembre, infatti, uscirà “Discorsi sconnessi 2006-2021”: la prima raccolta della band di San Lorenzo in Campo con i lavori firmati negli anni da Leonardo “Lello” Landi, Mattia Priori, Federico Veroli e Davide Lucarelli.

 

Ben 19 brani che hanno segnato la storia dei The Fottutissimi dal 2006 fino ad oggi, incluso l’ultimo singolo “She’s not enough”, uscito quest’anno. Rewind e play: “Discorsi sconnessi 2006-2021” riavvolge il nastro fino al primo album “One Day” del 2006 e accompagna l’ascoltare all’ultimo Ep “Felici o Niente”, uscito nel 2020. Pura energia punk-rock all’italiana. 


Il regalo natalizio
Sono i quattro ragazzi a presentare il regalo natalizio che non può mancare a un vero fan della band: «In questo lavoro c’è un percorso condiviso, amici che hanno fatto musica insieme per tanto tempo. C’è energia, gas, voglia di imprimere una direzione a quel moto, trovare una meta per quel marinaio in balia delle onde, perduto perché non esiste un vento a favore per colui che non sa dove andare. Ci sono la ricerca spirituale, le paranoie e le domande alla Zerocalcare, il cinema, il passato, ma anche uno sguardo al futuro del rock’n’roll, la nostalgia per i centri sociali e le sale giochi, una macchina che va veloce con la radio a palla, le medicine, la paura, le bevute al bar, l’amore, il mainstream e la nicchia, l’amicizia, le insegne al neon, la realtà dei piccoli paesi e soprattutto ci siamo noi».


L’album
Un album che ripercorre i primi passi, i concerti, i prestigiosi premi, l’amicizia e tanto altro: «In “Discorsi sconnessi” c’è una lezione. C’è quella colla che riesce a far stare insieme, in alcuni casi per la durata di un disco, in altri per tanto tempo, in altri ancora forse per sempre, persone quasi incompatibili, portandoli a realizzare qualcosa. Qualcosa di concreto, di vero e di onesto. Si perché come si fa a legare un ansioso pessimista con un inguaribile ottimista o un anarchico nichilista e un lunatico a tratti depresso? Non c’è formula. A volte non si può e basta, a volte basta una canzone». 


Il grazie al pubblico
Un album con il quale i The Fottutissimi vogliono anche ringraziare il loro amato pubblico: «Un grazie grande come una casa a tutti coloro che hanno sempre sostenuto questo piccolo branco di lupi smarriti, al quale a volte si uniscono altri animali notturni, che ne condividono la visione. Un cerchio intorno al fuoco, aperto a coloro che hanno voglia di ascoltare le nostre storie e magari condividere le loro».
Il progetto grafico
Il progetto grafico questa volta è affidato alla mano sapiente di Gianmaria Liani, artista, illustratore, fumettista, un tempo esponente del cyberpunk nostrano, collaboratore di importanti riviste e case editrici che hanno fatto la storia del fumetto. L’idea del lavoro è nata da uno scatto fotografico catturato in un pomeriggio di “discorsi sconnessi” da bar in compagnia di Lello e di qualche whiskey sour. La raccolta dal giorno di Natale sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA