Roby Facchinetti ad Ascoli con i suoi successi, riceverà il premio alla carriera e presenterà il nuovo album da solista Symphony

Roby Facchinetti
Roby Facchinetti
di Filippo Ferretti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 6 Gennaio 2022, 10:39

ASCOLI - Ha firmato la storia delle sette note pop italiane e sarà sul palcoscenico del capoluogo piceno la sera del prossimo 29 gennaio, in un appuntamento volto a rievocare il suo straordinario percorso come autore, musicista e cantante, nel corso della quale sarà insignito del premio alla carriera. Parliamo di Roby Facchinetti, frontman e compositore dei Pooh, che torna ad Ascoli ad oltre dieci anni dal suo ultimo concerto tenuto con i suoi storici compagni di viaggio.

 
Una scaletta di successi
L’artista, che con Valerio Negrini ha dato vita alle pagine più belle del gruppo – da “Tanta voglia di lei” a “Pensiero”, da “ Noi due nel mondo e nell’anima” a “Uomini soli”, con cui la band vinse Sanremo nel 1990 – si esibirà sul palco del teatro Ventidio Basso accompagnato dalla cover band ufficiale dei Pooh, i “Fantastic Fly”, per interpretare i più celebri brani della sua vita. L’occasione gli permetterà di presentare il suo album “Symphony”, il quarto da solista, che vede 19 brani tra quelli del repertorio classico dei Pooh e dei suoi album, oltre ad alcuni inediti. L’esigenza di tornare ad esibirsi dal vivo arriva dopo il dolore della recente scomparsa dell’amico e collega Stefano D’Orazio e della tragedia che ha accompagnato la sua città natale, Bergamo, particolarmente colpita dal Covid lo scorso anno. In merito alla strage che in città aveva mietuto la pandemia Facchinetti aveva inciso nel 2020 il brano “Rinascerò rinascerai”, al fianco dello stesso D’Orazio, con Dodi Battaglia, Red Canzian e Riccardo Fogli tassello determinante del trionfo dei Pooh.


La serata
La serata, organizzata dal Comune in collaborazione con l’associazione culturale Cuore Azzurro, permetterà di celebrare l’iter professionale di un uomo fondamentale per la musica leggera italiana, grazie a decine di brani di straordinaria popolarità, dalla fine degli anni ’60 ad oggi: come “Io e te per altri giorni”, “Linda”, “Dammi solo un minuto”, “Pierre”, “Cercami”, “Chi fermerà la musica”. Facchinetti, papà del cantante, produttore e conduttore Francesco, ebbe il suo primo approccio con la musica all’età di 4 anni quando cominciò a suonare un’armonica a bocca. A 8 anni cominciò lo studio della fisarmonica, mentre a 10 passò al pianoforte e iniziò a comporre i primi brani. Nel 2023 saranno 55 anni gli anni dal primo successo ottenuto dai Pooh con “Piccola Katy”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA