Il recanatese Pigini anche quest’anno confermato dj ufficiale della carovana rosa: «Vivo il Giro come una festa»

Martedì 10 Maggio 2022 di Marco Chiatti
Il dj e produttore recanatese Nicola Pigini

RECANATI - Altra tappa sulla strada del successo per il dj e produttore recanatese Nicola Pigini. È lui infatti anche quest’anno il dj ufficiale del Giro d’Italia. Pigini, dj ufficiale della carovana del Giro d’Italia, sceglie 5 brani a tappa, per celebrare i luoghi, i personaggi e le imprese sportive, lungo le strade di questa avventura. Non solo una presenza nelle piazze d’Italia a fare un po’ di festa ma anche al termine di ogni tappa con l’appuntamento su Rai2 e Raiplay con il Giro d’Italia in musica a “Il Processo alla Tappa”. 


Nicola Pigini, ancora una volta sarà la sua musica ad accompagnare il Giro d’Italia: cosa si prova? 
«Ebbene sì, ora è ufficiale! Quest’anno sarò al Giro d’Italia 105 e mi farò in 2. Finalmente torna la Carovana quindi ci vedremo nelle piazze d’Italia a fare un po’ di festa (che ne abbiamo tutti bisogno)! Al termine di ogni tappa l’appuntamento è su Rai2 e Raiplay con il Giro d’Italia in musica a “Il Processo alla Tappa”».

 


Ormai è diventata quasi un’abitudine quella del Giro: si corona così un periodo di successi per lei.
«È un periodo molto positivo per me, abbastanza stressante è vero ma è quello che mi piace e sono davvero pieno di entusiasmo. Per rimanere in tema, come si suol dire: “hai voluto la bicicletta ? Adesso pedala!”. Le Olimpiadi con la Rai sicuramente sono state il fiore all’occhiello di questa ripartenza per me, ma ora bisogna guardare avanti e vorrei dimostrare, soprattutto a me stesso, che posso fare ancora di più».


In veste di produttore ha collaborato con tanti artisti fra cui recentemente Jovanotti, ma anche Bob Sinclar: cosa significa per lei interagire con certi nomi?
«Posso dirti che lavorare con certi nomi ti regala oltre che grandi soddisfazioni anche un grande bagaglio culturale. Quello che cerco di fare ogni volta è imparare da chi ce l’ha fatta: ogni parola, gesto o collaborazione si trasforma sempre in un grande insegnamento. Se c’è una cosa che ho notato è che più ti rapporti con grandi nomi più rimani spiazzato dalla loro semplicità, umanità e umiltà. Hai citato Jovanotti, con lui ho firmato il remix de “Il boom” insieme al mio socio Leonardo Carioti e, oltre ai tanti complimenti che Lorenzo ci ha fatto, posso dirti che ci sono rimasto in stretto contatto e stiamo collaborando a cose nuove. Tra l’altro ieri mi ha fatto anche l’in bocca al lupo per il giro e, per me, non è per niente scontato».


E il futuro cosa le riserva? 
«Ora mi concentro al 100% su questo giro con cui faremo tante feste in tutta Italia (tra cui in piazza a Recanati in occasione della tappa Pescara-Jesi di martedì 17 che sto organizzando con Francesco Fiordomo). “Il giro in musica” è stato voluto fortemente dalla direttrice di RaiSport Alessandra De Stefano che ringrazio di cuore per l’opportunità. Ci tengo anche a ringraziare anche il mio autore e collaboratore Roberto Testarmata e Alessandro Fabretti il presentatore che ha accolto con grande entusiasmo questa pillola all’interno del suo programma».

© RIPRODUZIONE RISERVATA