Lunaria cala il pokerissimo, arrivano a Recanati i Subsonica, Bosso, Mazzarello, Popolizio e Irene Grandi

Venerdì 13 Maggio 2022 di Chiara Morini
I Subsonica

RECANATI - Subsonica, uno spettacolo-omaggio a Chet Baker con Fabrizio Bosso, Julian Oliver Mazzarello e Massimo Popolizio, e Irene Grandi: sono questi i cinque protagonisti delle tre serate di Lunaria, la rassegna ideata e curata a Recanati da Musicultura. 

 
Tutto si svolgerà nel mese di luglio, dal 16 al 28, in due location suggestive della città, piazza Giacomo Leopardi e l’Orto sul Colle dell’Infinito. Una rassegna che nei suoi 25 anni di vita ha portato sul palco oltre 100 ospiti e molte serate di spettacolo, a fare dell’evento uno tra gli appuntamenti di rilievo di Recanati. I primi a salire sul palco di piazza Leopardi saranno i Subsonica, il 16 luglio, che porteranno nella città dell’Infinito “Atmosferico”, il loro tour, che girerà per alcune piazze italiane. In questo tour si rimettono in gioco e daranno la giusta attenzione alla ricerca e all’attitudine al groove e al sound particolare che ne hanno fatto una delle band più solide e una delle realtà musicali italiane più innovative. I fan e il pubblico possono prepararsi: i live dei Subsonica li trasporteranno in quello che molti definiscono “vorticoso rito danzante”. 


Sono tre gli artisti per “Shadows”, la serata del 22 luglio all’Orto del Colle dell’Infinito, che sarà un omaggio al grande Chet Baker. Bosso con la sua tromba, Mazzariello con il pianoforte e Popolizio come voce recitante, daranno vita a una interpretazione e rilettura de “Le memorie perdute”, il diario di una vita che scrisse lo stesso Baker, e che fu ritrovato dieci anni dopo la sua morte. Popolizio, in particolare, si servirà anche di altri scritti da lui scelti, sia in prosa che in poesia, per la sua performance di racconto e commento. Chiusura il 28 luglio con l’entusiasmo, l’energia, e la grinta di Irene Grandi che nella piazza Leopardi di Recanati porterà il suo “Io in blues”, un progetto che la riporta indietro nel tempo, alle sue origini, quando cantava e faceva i primi concerti blues nei locali. Accompagnata dai “suoi” musicisti di sempre, Piero Spitilli e Fabrizio Morganti, ha aggiunto al progetto anche strumenti nuovi come l’organo hammond. A suonarlo sarà proprio l’hammondista di fama internazionale Pippo Guarnera. 


Le emozioni non mancheranno nemmeno in questa nuova edizione di Lunaria, che nel corso del tempo ha saputo creare un legame tra il pubblico e la città di Recanati. «Trovo – commenta Ezio Nannipieri, direttore artistico di Musicultura – che questa edizione di Lunaria offra un mix di sound, canzoni e storie davvero vario e intrigante. Le nostre scelte artistiche vanno nella direzione delle attitudini culturali di Recanati, con un abito cucito su misura e che tiene conto delle capienze pre-pandemia: sarà ancora più bello l’incontro con gli spettatori». Storie, perché Lunaria non è solo musica, ma anche parole, come evidenzia l’assessore alla Cultura, Rita Soccio: «Musica e parole sono il binomio perfetto che rappresenta la nostra città». La città del poeta Giacomo Leopardi e del tenore e attore Beniamino Gigli, continua quindi a valorizzare il suo Dna culturale. «Gli eventi del cartellone 2022 – sottolinea il sindaco Antonio Bravi – sono in linea con la vocazione della città che promuove tutti i valori della bellezza e della qualità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA