Il gran cammino della poesia, dal prossimo anno ogni 21 marzo da Loreto fino al Colle dell'Infinito a Recanati: «Un'iniziativa di pace e solidarietà»

Martedì 22 Marzo 2022 di Luca Patrassi
L assessore comunale alla Cultura di Recanati Rita Soccio, Fabio Corvatta presidente del Centro studi leopardiani e lo scrittore Antonio Moresco

RECANATI - Si doveva iniziare due anni fa, poi è arrivata la pandemia ed ora, pur nella tragedia della guerra in Ucraina, il Centro nazionale di studi leopardiani, il Comune di Recanati e la Repubblica Nomade hanno ufficializzato il Cammino della Poesia che, dall’anno prossimo, il 21 marzo, in occasione della giornata mondiale della poesia, si percorrerà da Loreto a Recanati, destinazione finale ovviamente il Colle dell’Infinito.

 
L’illustrazione
Presentazione ieri pomeriggio nella sala convegni del Cnsl, interventi curati dal presidente del Centro Studi Fabio Corvatta, dallo scrittore Antonio Moresco, promotore della Repubblica Nomade e premio Leopardi nel 2019, e dall’assessore comunale di Recanati Rita Soccio. Il 29 giugno 2019, organizzato da Repubblica Nomade nell’ambito delle celebrazioni del bicentenario della composizione de l’Infinito - capolavoro della poesia universale scritto da un ventenne di Recanati- è arrivato sul Colle dell’Infinito un cammino partito da Firenze che ha attraversato l’Italia centrale per concludersi infine in uno dei luoghi resi immortali dalla poesia di Leopardi.


L’esperienza
«Da quell’esperienza - ha osservato Antonio Moresco - è nata l’idea di realizzare ogni anno, in occasione della giornata mondiale della Poesia, “il Cammino della poesia”, con partenza da Loreto o da uno dei paesi terremotati delle Marche e arrivo a Recanati sul Monte Tabor. Per aderire a questa importante iniziativa non con una semplice celebrazione ma con qualcosa che coinvolgesse non solo le menti ma anche i corpi dei partecipanti, le loro passioni, i loro aneliti e i loro sogni. La drammatica situazione mondiale che stiamo vivendo rende ancora più urgente il messaggio di pace che da Recanati vogliamo rivolgere al mondo insieme a quei cittadini e alle associazioni che accoglieranno il nostro invito. La Poesia e la Pace, una poesia nata dal traboccamento dell’anima e dall’affratellamento tra chi vive la propria irripetibile vita su questo irripetibile pianeta, e una pace nata dalla libertà, dall’intensità esistenziale e dalla pienezza, come quella del nostro Leopardi».


Il messaggio
Il presidente del Cnsl Fabio Corvatta: «Una iniziativa che si propone di richiamare l’attenzione sui nostri valori per dare un messaggio di pace e di solidarietà. Si parte da Loreto, luogo simbolo della cristianità per arrivare al Colle dell’Infinito: cammineremo osservando il territorio, ascoltando testimonianze e leggendo poesie. Vogliamo coinvolgere gli studenti, le associazioni ed ovviamente l’arcivescovo di Loreto e il vescovo di Macerata».


I Comuni in rete
L’assessore comunale alla Cultura di Recanati, Rita Soccio: «Un bellissimo progetto che si inserisce nel nostro welfare culturale che si propone di mettere in rete Comuni, le associazioni e le scuole. Sembra assurdo parlare di poesia in questi tragici momenti, ma è proprio la cultura a dare le risposte giuste».

© RIPRODUZIONE RISERVATA