Flavius, dopo l’exploit a “Tu si que vales” la conferma con l’ultimo progetto insieme a Martina Jozwiak: “Freedom”

Domenica 24 Gennaio 2021 di Filippo Ferretti
Flavius Circiu, classe 1994, è ascolano

ASCOLI - Prosegue l’escalation del giovane rapper ascolano Flavius Circiu. Succede con il singolo “Freedom” che, uscito da pochissimo, ha raggiunto 50mila ascolti in questo primo mese. Il giovane artista da qualche anno è noto anche fuori dai confini locali, dato che i suoi brani trionfano continuamente sulle piattaforme e nelle programmazioni radiofoniche.

LEGGI ANCHE

Larry King morto di Covid, il leggendario conduttore americano era ricoverato da un mese

Nuovo centro del riuso e officina creativa, dalla Regione un finanziamento di 170mila euro

 

Flavius, classe 1994, è diventato noto al grande pubblico per l’esibizione svoltasi nel 2015 nello show televisivo “Tu si que vales”, quando volle cimentarsi con il pezzo autobiografico “Don’t Give Up”. Da allora, grazie ad una notevole vivacità produttiva e l’uscita di brani che vedono temi importanti e personali, il musicista e cantante 27enne è passato da emergente ad autentica conferma. Dopo il successo ottenuto lo scorso anno con il brano “Impossibile”, ha lasciato il segno nel corso dell’ultima estate grazie alla canzone “Balla”, eseguita con Virginia Rossi. Con l’inizio del nuovo anno , il rapper ascolano è tornato sotto i riflettori della scena musicale con un nuovo singolo, già disponibile su tutte le piattaforme musicali. Il brano “Freedom”, che è stato promosso in un tour di cinquanta radio di tutta la Penisola, esprime gli stati d’animo e i sentimenti che le nuove generazioni vivono con l’allungarsi della pandemia.

Il videoclip
La novità di questa uscita, il cui videoclip è stato trasmesso nei display di tante stazioni ferroviarie e aeroporti, è che sta varcando i confini nazionali, essendo trasmesso attualmente in America, Inghilterra, Austria e Svizzera. «L’isolamento sociale è una realtà di ogni angolo del pianeta: è un male non fa distinzione di razza o estrazione sociale e mette tutti davanti alle stesse privazioni» spiega Flavius a proposito dei temi presenti nella sua musica attualmente, già presenti nel brano realizzato durante il primo lockdown, intitolato “Fratelli d’Italia”. «Una condizione che ci ha tolto l’individualità e che ci fa vivere lo scorrere del tempo nascosti dietro ad una mascherina, barricati dietro le finestre di casa» prosegue il giovane rapper a proposito di “Freedom”, con cui lancia un messaggio di incoraggiamento a chi lo ascolta, affinché non si arrenda di fronte agli ostacoli della vita e possa trovare la chiave giusta per continuare a credere ai propri sogni e alle proprie aspirazioni.

Anche in questo brano che, attraverso musica e parole, intende dare voce ai sentimenti di molti, Flavius non è solo. Accanto a lui c’è l’anconetana Martina Jozwiak, con cui è riuscito a creare una bella sintonia. Con lei, finalista del premio nazionale Bianca d’Aponte 2019 con l’inedito “Scrivimi”, ha scritto e cantato il brano, risultato che si è avvalso della registrazione avvenuta nello studio da Nacor Fischietti, produttore musicale e batterista ascolano. Un progetto potente e tutto marchigiano, che rivela come i talenti delle nuove generazioni possano esprimere la propria creatività anche in periodi più bui.

Ultimo aggiornamento: 14:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA