Il Festival Mugellini dedicato al grande compositore marchigiano nel 150esimo dalla nascita, l'anteprima a Potenza Picena con Stàlteri e Di Michele

Mercoledì 1 Settembre 2021 di Chiara Morini
Il pianista Arturo Stàlteri

POTENZA PICENA - Sarà dedicata al 150esimo anniversario della nascita del compositore marchigiano Bruno Mugellini l’edizione 2021 del festival di Potenza Picena. Domenica, 5 settembre, alle ore 17,30, nella Cappella dei Contadini ci sarà l’anteprima, con il pianista Arturo Stàlteri e la cantautrice Grazia Di Michele.

 


Nel corso dell’evento-anteprima di domenica, sarà reso noto il programma del cartellone di eventi del Festival che si concluderà il 7 novembre prossimo. L’evento, organizzato dal Centro Culturale in collaborazione con il comune di Potenza Picena e la Regione Marche, nasce dall’amicizia tra Lorenzo di Bella, direttore artistico della parte musicale, e Mauro Mazziero, che sovrintende a quella artistica. «Con questo Festival – fanno sapere dall’organizzazione – vogliamo valorizzare la figura di Bruno Mugellini, nato a Potenza Picena, noto pianista e didatta, vissuto tra la fine dell’800 e i primi del ‘900». Nel corso dell’evento anteprima, insieme a Stàlteri, ci sarà, oltre alla Di Michele, che accompagnerà le note del pianista e farà ascoltare al pubblico anche alcuni brani della sua più recente produzione, pure la flautista anconetana Federica Torbidoni, che già collabora con il musicista.

«Celebriamo il nostro illustre cittadino esaltando la bellezza con le note della musica e il fascino dell’arte con il festival a lui dedicato – il commento dell’assessore comunale alla Cultura, Tommaso Ruffini -. Vogliamo che l’edizione di quest’anno sia la conferma che la nostra città non si abbatte e rilancia la sfida. L’impossibile di oggi, è il possibile di domani». Del resto quanto l’arte aiuti a risollevarsi, ormai è noto a tutti. 


La celebrazione del bello al Mugellini Festival è data dal doppio binario, musica e arti visive, che si uniscono in una rara simbiosi, capace di creare un’armonia alla base dell’itinerario nel bello che vuole trasmettere al pubblico. Ed è proprio per questo che la direzione artistica è doppia. «In questa sesta edizione – dice il direttore artistico Lorenzo Di Bella – vogliamo raccontare il Maestro Mugellini, che deve continuare da lontano ad ispirarci e invitarci ad amare l’arte e attraverso di essa, anche la vita».

Non solo musica, si diceva, ma pure arte visiva, e come in tutti gli eventi delle passate edizioni del Festival, anteprime comprese, ci sarà anche delizia per gli occhi. Nella cappella dei Contadini di Potenza Picena, infatti, oltre al concerto, si potranno ammirare anche le opere dell’illustratore e naturalista di Apecchio, Ferruccio Cucchiarini. La presenza di questo artista nell’edizione 2021, la spiega l’altro direttore artistico, Mauro Mazziero. «Bruno Mugellini ha promosso la musica del suo tempo, ma è stato anche in grado di intuire che i futuri concertisti avrebbero dovuto formarsi con un nuovo metodo didattico – commenta -. Il Festival vuole proprio portare avanti questo spirito innovativo, senza però dimenticare la tradizione. Ecco perché abbiamo scelto proprio l’illustratore Ferruccio Cucchiarini: i concerti si sposano all’installazione artistica. In un solo luogo. Unico e suggestivo».


Per vedere la mostra e assistere alla partecipazione del concerto di domenica nella cappella dei Contadini di Potenza Picena, è necessario prenotarsi, compilando il form sul sito del festival, o acquistare il biglietto nei punti vendita Ciaotickets al costo di 5 euro. Chi non potrà essere presente, potrà seguire l’anteprima nella diretta streaming sulla pagina Facebook del Mugellini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA