Dalla Piccolo a Tedeschi e la Colombari, tanti interpreti eccellenti per la nuova stagione di prosa di Porto San Giorgio

Venerdì 31 Dicembre 2021 di Chiara Morini
L attrice Ottavia Piccolo con i Solisti dell orchestra multietnica di Arezzo

PORTO SAN GIORGIO - Dai quattro appuntamenti di prosa ai tre della rassegna di teatro contemporaneo “Sotto_passaggi”, dall’introduzione alla lirica al teatro per ragazzi, passando per le commedie dialettali, concerti e altri eventi. La stagione teatrale 2022 di Porto San Giorgio è servita.

 


Dopo i due appuntamenti del 2021, si inizia il nuovo anno della prosa il 23 gennaio con Ottavia Piccolo e i “Solisti dell’orchestra multietnica di Arezzo”. Lo spettacolo, dal titolo “Cosa nostra spiegata ai bambini”, non sarà destinato ai più piccoli, perché il titolo sta a significare che il tema sarà affrontato a chiare lettere. Il testo è di Stefano Massini, la regia di Serena Maglini, e la storia sarà quella di Elda Pucci, che nell’aprile del 1983 viene eletta sindaco di Palermo, nel 1984 sfiduciata, nel 1985 la sua casa viene fatta saltare in aria. Danza, il 25 febbraio, con la giovane compagnia Kataklò che, guidata dalla coreografa Giulia Staccioli, affronterà il “Rossini Grand Hotel”, basato sulla storia del grande compositore e genio dell’opera, Rossini. L’11 marzo Corrado Tedeschi e Martina Colombari saranno i protagonisti delle “Montagne russe” di Eric Assous. Lo spettacolo, per la regia di Marco Rampoldi, è una riflessione “pungente” sui legami familiari e ha segnato, due anni fa, il debutto a teatro della Miss Italia 1991. Un debutto folgorante, visto che lei non lascerebbe mai il palcoscenico. Chiusura del cartellone di prosa con Fabio Troiano ne “Il dio bambino”, testo di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, nel quale i due autori compiono un’indagine tanto lucida quanto spietata e affettuosa sul rapporto con la donna.

«È un testo – spiega il direttore Amat Gilberto Santini – che Gaber ha scritto nel ‘93 e che oggi viene “recuperato” per il teatro». Accanto alla prosa, ci saranno gli appuntamenti della rassegna “Sotto_passaggi”. «Con questi tre spettacoli – spiega Stefano Tosoni di Proscenio – vogliamo valorizzare il teatro contemporaneo e in questa edizione ci siamo focalizzati sulla drammaturgia». Nell’ordine “Zero” di Nata Teatro, il 28 gennaio, Adriano Pulce di Proscenio il 27 febbraio, Mamy blues di e con Laura Romano il 19 marzo.


Torna anche l’Introduzione alla lirica, a cura di Paolo Santarelli dell’associazione Incontri d’Opera: sarà proprio Santarelli che introdurrà e inquadrerà i vari momenti delle opere e poi gli artisti le rappresenteranno nelle fasi principali. In scena il 22 gennaio “Manon Lescaut” di Giacomo Puccini, il 12 febbraio Suor Angelica, ancora di Puccini, e il 26 marzo “I promessi sposi” di Amilcare Ponchielli. 


Cominciata già a dicembre, ritornerà la rassegna dialettale “Corrado Bruni” a cura della locale Pro Loco, con date il 13 febbraio, 13 marzo, 10 e 30 aprile, 8 maggio. Musica, con i giovani talenti musicali, il 15 gennaio e 5 febbraio, protagonisti rispettivamente Edoardo Basili e Luca Romanelli e Lorenzo Reven e Diletta Pompei. Da segnalare il 4 marzo un incontro con Leoluca Orlando sulla legalità e poi il concerto di Pippo Pollina. «Torniamo – dice l’assessore alla Cultura Elisabetta Baldassarri – a scommettere sui talenti locali, e anche sugli abbonamenti per le quattro date di prosa, in vendita il 15 e 16 gennaio». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA