Coronavirus, la Rai ferma Porta a porta. L'ira di Bruno Vespa: «Decisione gravissima»

Martedì 10 Marzo 2020
Coronavirus, la Rai ferma Porta a porta. L'ira di Bruno Vespa: «Decisione gravissima»

Effetto Coronavirus. La trasmissione Porta a Porta non andrà in onda né oggi, né domani, né giovedì: ad annunciarlo è stato lo stesso conduttore del programma, Bruno Vespa, che non ha preso bene la decisione da parte della Rai. «Apprendo che la direzione generale della Rai avrebbe deciso di non mandare in onda 'Porta a Porta' nelle giornate di oggi, mercoledì, giovedì», ha detto Vespa.

LEGGI ANCHE:

Non si ferma l'allarme Coronavirus: ancora un vittima nelle Marche, i morti salgono a 13. I nuovi positivi 71, il totale è 394/ La mappa del contagio in tempo reale

Coronavirus e alimentazione: rischi, precauzioni e i cibi più indicati per le difese immunitarie



«Da soldato, sono abituato da sempre a rispettare le decisioni aziendali. Ma questa mi sembra gravissima e pretestuosa», ha detto piccato, spiegando che «Nicola Zingaretti è venuto a 'Porta a Porta' nel pomeriggio di mercoledì scorso e ha manifestato i primi sintomi di positività al virus sabato».



«Il direttore generale dello Spallanzani, professor Ippolito, mi ha confermato che il rischio si limita alle persone che nelle 48 ore precedenti (e non 72, come nel nostro caso) abbiamo avvicinato la persona infetta per più di mezz'ora a meno di un metro di distanza. Questo con Zingaretti non è avvenuto. Non esiste pertanto nessuna ragione sanitaria su cui si fondi il provvedimento».

Ultimo aggiornamento: 13:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA