Inteatro Festival con cento artisti
Il via con il performer Gary Stevens

Inteatro, edizione numero 40
con ben cento artisti
Il via con il performer Gary
POLVERIGI -Guest star d’eccezione Neri Marcorè (27 giugno), Marco Baliani (28 giugno), Arturo Cirillo (29 giugno), Lella Costa (30 giugno), Lucia Mascino (primo luglio) per Inteatro Festival 2018 che si terrà da giovedì al primo luglio tra Polverigi e Ancona. L’edizione numero 40 della rassegna è tutta incentrata sull’apparente contraddizione tra identità e trasformazione. Più di 100 artisti nei quattro giorni di Polverigi (21-24 giugno) e nelle giornate di Ancona (27 giugno-1 luglio) interamente dedicate al lavoro del drammaturgo iraniano Nassim Soleimanpour dal titolo “Nassim”. A Polverigi, inoltre, si svolgerà un incontro sul tema degli scambi internazionali dal titolo “Crossing the seas”. 
Il festival presenta una monografia dedicata al greco Euripides Laskaridis che ha conosciuto un grande successo internazionale per il suo lavoro eccentrico ed iconoclasta. Sono due gli spettacoli che verranno presentati: il burlesco e comico Relic e la bizzarra favola mitologica Titans. L’artista fiammingo Benjamin Verdonck, protagonista di alcune passate edizioni, torna a Polverigi, con “Song for Gigi”. Accompagnato da due musicisti l’artista dà vita a una scatola delle meraviglie, straniante e poetica, una sorta di manifesto politico sul ruolo dell’artista nel rapporto con il pubblico. Un gradito ritorno anche quello dell’inglese Gary Stevens che preparerà insieme ad un gruppo di giovani attori, lo spettacolo “Uno di Noi”, sul rapporto tra individuo e società.
Una sezione della manifestazione è dedicata alla nuova danza italiana con le ultime creazioni di giovani, ma già affermati coreografi, come: Marco D’Agostin con Avalanche (coproduzione di Marche Teatro/InteatroFestival), Annamaria Ajmone e Alberto Ricca in To be banned from Rome, Collettivo Cinetico con due creazioni site specific appositamente studiate per il Festival: How to destroy your dance e Shibari, lo straordinario ed esilarante Andrea Costanzo Martini con due performance: What happened in Torino e Occhio di bue; poi ancora la “queer/femme” Giorgia Nardin con il coinvolgente Minor Place, Francesco Marilungo, danzatore marchigiano, con il debutto di Love Souvenirs e la giovanissima Greta Francolini in Ritornello. Un vero e proprio evento è costituito dalla nuova produzione di Alessandro Sciarroni & Masbedo, l’affascinante Prisma, al confine tra teatro, danza e arti visive.
Apre il gestival, giovedì nel cortile di Villa Nappi Gary Stevens performer, regista e video maker uno dei più originali artisti della scena britannica che presenta il suo “Uno di noi” che nascerà a Polverigi. Stevens, uno degli ideatori della celeberrima serie televisiva per bambini Teletubbies. Segue Greta Francolini che presenta alla Sala Sommier, “Ritornello” dove la danza si dedica completamente alla musica. Sempre giovedì al Teatro della Luna l’artista Euripides Laskaridis presenta Titans mentre il 23 giugno il suo ultimo lavoro Relic. Ancora teatro con Benjamin Verdonck che al Cinema Italia chiude la serata presentando la sua nuova creazione “Song per Gigi”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Marted├Č 19 Giugno 2018, 13:18 - Ultimo aggiornamento: 19-06-2018 13:18

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO