Capossela live vicino al santuario
chiude il festival di RisorgiMarche

Capossela live a Macereto
chiude con i suoi sogni
il festival di RisorgiMarche
PIEVE TORINA - RisorgiMarche chiude con un grande spettacolo d’autore. Vinicio Capossela sarà di scena  mercoledì 7 agosto con inizio alle ore 16,30 a Macereto, non lontano dal famoso santuario . Ballate per uomini e bestie (La Cùpa/Warner Music) è il nuovo progetto discografico di Vinicio Capossela. Definito dal suo autore “Un cantico per tutte le creature, per la molteplicità, per la frattura tra le specie e tra uomo e natura”, l’album è stato registrato tra Milano, Montecanto (Irpinia) e Sofia (Bulgaria) da Taketo Gohara e Niccolò Fornabaio, e si avvale della collaborazione di musicisti prestigiosi come Raffaele Tiseo, Stefano Nanni, Massimo Zamboni, Teho Teardo, Marc Ribot, Daniele Sepe, Jim White, Georgos Xylouris e l’Orchestra nazionale della Radio Bulgara. Il tour teatrale di Ballate per uomini e bestie, previsto per l’autunno, sarà anticipato nei prossimi mesi da una nuova serie di concerti-atti unici e da alcune date all’estero.
In linea con la proposta del festival RisorgiMarche, anche Capossela porterà in scena uno show calibrato per l’occasione. Infatti, oltre ai brani del nuovo disco, l’artista andrà a ripescare dalla sua carriera alcuni degli episodi più significativi. Brani ormai entrati nella storia della canzone d’autore, suonati in un’atmosfera confidenziale e intima che ha sempre contraddistinto i concerti di RisorgiMarche. Ed è proprio in questi format che Capossela esprime il meglio di sé, instaurando un forte legame con il pubblico e dando vita a momenti di intensa poesia. Capossela, infatti, è musicista, cantautore e storyteller. Riesce a catturare l’attenzione e a trasportare in una dimensione non precisata, appesa in un luogo magico.
Risorgimarche torna in una delle location più amate delle passate edizioni, anche se con vesti e cammini diversi. Si torna a Macereto e precisamente verso Monte Careschio, nel territorio comunale di Pieve Torina, a circa 1000 metri di quota, non molto lontani dal complesso religioso che è una delle maggiori espressioni dell’architettura rinascimentale del ‘500 nelle Marche. L’area è ricca di sentieristica adottata e segnalata dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini e, per l’evento programmato, si garantirà l’accesso sicuro dai territori dei Comuni di Pieve Torina, Valfornace, Ussita e Visso con cammini che lasceranno il tempo di osservare la bellezza di questi luoghi.
Cosa indossare 
Si consiglia un abbigliamento adeguato per una passeggiata in montagna: scarpe comode, abbigliamento da trekking, copricapo. Inoltre si consiglia, come per gli altri concerti, di inserire nello zaino acqua a sufficienza, cibo, occhiali da sole, magliette di ricambio, giacca a vento impermeabile con cappuccio (in caso di pioggia), crema protettiva solare, asciugamano, plaid o cuscino per sedersi sul prato e una lampada/torcia a batterie portatile in caso ci si attardi nel percorso di ritorno o si è costretti ad un rientro al buio. Si raccomanda di prestare la massima attenzione alla segnaletica collocata lungo il percorso turistico ufficiale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 6 Agosto 2019, 15:30 - Ultimo aggiornamento: 06-08-2019 15:30

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO