Da Sinfonica 3.0 un omaggio al Giappone nel decennale del terremoto e dello tsunami

Mercoledì 10 Marzo 2021 di Elisabetta Marsigli
Noris Borgogelli

PESARO - Il terzo appuntamento di Sinfonica 3.0, promossa dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini, in programma mercoledì sera alle 20,30 in streaming dal Teatro Rossini di Pesaro, visibile gratuitamente sui canali social dell’Osr e su Rossini Tv (canale 633 del digitale terrestre), sarà “Omaggio al Giappone.

 

Nel decimo anniversario del terremoto e tsunami”. Un momento carico di significati, che va a celebrare il rapporto di amicizia con la popolazione nipponica. L’Orchestra Rossini ha suonato nel corso di questi anni in diverse occasioni, in Italia ed in Giappone, proprio nelle terre colpite dallo tsunami in ricordo delle vittime di questa enorme tragedia. Ne è nato un legame significativo che nel 2016 ha raggiunto il proprio apice nella firma del gemellaggio tra le città di Pesaro e Kakegawa alla presenza dei rispettivi sindaci Matteo Ricci e Saburo Matzui.


A seguito del tragico evento di 10 anni fa, il tenore Masahiro Shimba intuì che un sostegno significativo alla popolazione potesse arrivare dalla musica. Attorno a essa da subito Shimba costruì una relazione tra il Giappone, Città del Vaticano e l’Italia, collegando così spiritualità, arte e fratellanza. Il rapporto professionale esistente tra Shimba e il direttore artistico Osr Daniele Agiman ha favorito l’ingresso dell’Orchestra Sinfonica Rossini e della città di Pesaro nel progetto. Il programma musicale, con la direzione di Noris Borgogelli, prevede pagine di intensa suggestione scritte da due grandi autori, il pesarese Ortolani con la toccante Fratello Sole, Sorella Luna e l’austriaco Schubert con la Sinfonia n. 5 in si bemolle maggiore D. 485. Composta nel 1972 in occasione dell’omonimo film di Franco Zeffirelli ispirato alla vita e alle opere di San Francesco, Fratello Sole, Sorella Luna è stata scelta per la sua capacità di trasmettere un messaggio di amore e armonia con il creato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA