“Incantease”, le star del burlesque
​sul palco dell'Astra Show Dinner

La performer di burlesque Freaky Candy
La performer di burlesque Freaky Candy
3 Minuti di Lettura
Sabato 2 Dicembre 2017, 11:51

PESARO - Sul palco di Astra Show Dinner a Pesaro, questa sera alle 21,30, lo spettacolo “Incantease”, un viaggio incantato nel mondo del burlesque raccontato attraverso movenze e parole, con star internazionali come Lola Frost e Freaky Candy. Il burlesque è un’arte che negli ultimi anni è stata bistrattata, i cui valori sono andati persi, confusi: Incantease si propone di raccontare quello che è il percorso di vita di questa arte vista come rivoluzione e rivelazione del ruolo della donna.

Freaky Candy, come è nato questo spettacolo?
«È nato dal desiderio di regalare al pubblico le stesse emozioni e lo stesso incanto che quest’arte mi regala ogni volta che partecipo o vedo uno spettacolo di burlesque. Specialmente in Italia, viene visto quasi con paura, con timore. Il mio obiettivo è quello non solo di intrattenere ma anche di informare sulla natura e sui benefici di quest’arte».

Chi troveremo sul palco?
«Sul palco si esibiranno performer professioniste, tra cui l’ospite d’eccezione e star canadese Lola Frost, ma anche le allieve della mia scuola. Donne che si sono messe in gioco e che sabato sera saliranno sul palco dell’Astra per divertisti e divertire, con ironia e leggerezza, dimostrando che il corpo femminile non è qualcosa di cui vergognarsi, ma tutt’altro!».

Cosa è per lei il burlesque?
«Un vero e proprio cammino. Spesso tortuoso e difficile, ma impagabile. Il burlesque dei giorni d’oggi è carico di messaggi positivi, è femminismo e politica. È rottura degli schemi sociali sul ruolo della donna. E’ stata la mia salvezza, la mia fonte di riscoperta e sicurezza. Senza quest’arte non sarei la stessa donna di oggi. Il modo migliore per poter avvicinare le persone al burlesque è dargliene un assaggio, regalargli un sogno, anche solo per una notte!».

Qual è la “confusione” più comune rispetto alla definizione di burlesque?
«Il 99% delle volte viene inteso come spettacolo di spogliarello: non siamo spogliarelliste, con tutto il rispetto che comunque ho anche verso quest’arte. Chi fa burlesque non è migliore di chi fa lo spogliarello: sono due mondi diversi, ma facciamo sempre parte di una stessa famiglia. Il burlesque è un gioco e manda un forte messaggio di collaborazione e supporto alle donne».

Cosa devono aspettarsi le donne che vengono nella sua scuola?
«Di ritrovarsi a tu per tu con un’arte che porta notevoli benefici alle donne, che le aiuta a riacquistare sicurezza in loro stesse, soprattutto rispetto alla fisicità. Ci hanno abituato e bombardato sul fatto che un fisico perfetto sia solo quello di una donna “magra”: il burlesque va a lavorare all’opposto, tutti i corpi sono belli e non bisogna farsi intimidire da ciò che ci viene imposto. Alle mie donne dico che non è un corso di danza, ma un vero e proprio percorso di vita. A nessuna di loro manca nulla rispetto allo “standard”, devono solo riacquistare la fiducia».

È possibile cenare, prima dello spettacolo, al costo di 20 euro a partire dalle ore 20, oppure accedere solo allo spettacolo, ore 21.30 al costo di 8 euro. Info: 072131515 o 3917087668.

© RIPRODUZIONE RISERVATA