Mostra del Nuovo Cinema a Pesaro, in concorso 18 film senza più limiti

Sabato 1 Agosto 2020 di Elisabetta Marsigli
La presentazione della nuova edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro
PESARO - Un concerto di apertura che omaggia la Città della Musica e un festival che si spande in diversi luoghi del centro storico pesarese, per un’edizione davvero eccezionale della 56° Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, prevista dal 22 al 29 agosto. Le regole imposte dalla pandemia, sono state di stimolo per rileggere i diversi format della Mostra aprendo, tra le novità, il concorso a opere di diversa natura e durata e sfruttando al meglio gli spazi della città: da piazza del Popolo, al cinema Sperimentale, dal cinema Astra al cinema in spiaggia, passando per la nuova arena realizzata nel cortile di Rocca Costanza.
L’apertura straordinaria sarà con un grande concerto per ricordare uno storico amico del festival, prematuramente scomparso a causa del virus, Mirko Bertuccioli, in arte Zagor Camillas, che quest’anno avrebbe dovuto organizzare le serate del Dopofestival. Le sue note e le sue parole torneranno a riempire piazza del Popolo in un concerto intitolato “Luccichini dappertutto” che riunirà tutta la famiglia dei Camillas (Ruben, Michael, e Theodore Camillas) e che vedrà sul palco artisti come Calcutta, Maria Antonietta, Lo Stato Sociale, Pop X, The Bluebeaters, Colombre, Giacomo Laser e Gioacchino Turù, Auroro Borealo, Duo Bucolico.
Entrando nel vivo della programmazione, come annunciato, il premio Lino Miccichè prevede quest’anno la partecipazione di corti, medi e lungometraggi: non più solo opere prime o seconde di giovani registi, ma 18 film che coprono tutti i formati, i generi, le sensibilità e le durate, tutti accomunati da una forte volontà di ricerca estetica e visiva. A decretare i vincitori del concorso sarà una giuria formata da professionisti del cinema: Ingrid Caven, grande attrice (e cantante) tedesca recentemente apparsa nel Suspiria di Guadagnino; Renato Berta uno dei più grandi direttori della fotografia europei; l’attore Vinicio Marchioni e il regista e animatore Virginio Villoresi. 
L’evento speciale dedicato al cinema italiano celebra quest’anno uno dei suoi decani, Giuliano Montaldo, nell’anno del suo novantesimo compleanno, con una selezione dei suoi lungometraggi per il cinema, una monografia pubblicata da Marsilio (a cura di Pedro Armocida e Caterina Taricano) e una tavola rotonda in sua presenza. Il Cinema in Piazza si presenta con una valenza sociale e aggregativa ancora maggiore e sarà inaugurato (domenica 23) con un film che come pochi altri può essere definito a pieno titolo un cult, ovvero The Blues Brothers, presentato in versione 4K a quarant’anni dalla sua uscita. Tra le altre, è prevista anche la proiezione, in collaborazione con Emergency, di Ape regina del regista Nicola Sorcinelli. Il Cinema in spiaggia (a Bagni Agata) omaggerà il centenario di due giganti del cinema italiano come Federico Fellini e Alberto Sordi. A Fellini è dedicato anche un altro evento, realizzato in collaborazione con l’Ente Olivieri - Biblioteca e Musei Oliveriani, con una conversazione sul tema leopardiano della luna, giovedì 27 agosto alle ore 21 al Teatro Sperimentale. Perle preziose del festival: il manifesto di Virginia Mori e la sigla, una delle più belle e intense della storia della mostra, dedicata a Pasolini (per ricordare la sua presenza 55 anni fa a Pesaro) realizzata da Cristiano Carloni e Stefano Franceschetti e musicata da Paolo Marzocchi. © RIPRODUZIONE RISERVATA