Conclusa la prima edizione del Festival CineOff a Offagna

Una foto di gruppo al Festival CineOff
Una foto di gruppo al Festival CineOff
6 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Settembre 2020, 05:55
OFFAGNA - Tre giorni di proiezioni, workshop, incontri di settore per un festival che vuole parlare di cinema indipendente, di aspetti produttivi, di scrittura cinematografica, di territorio e vocazione al cinema, di maestranze e tecnici, e soprattutto di giovani che sono stati i veri protagonisti sia nella fase ideativa e organizzativa che come autori delle opere in concorso.

Un festival di cinema italiano che ha visto la partecipazione di 166 opere (81 corti, 16 lunghi, 37 documentari, e 32 soggetti di lungometraggio) e che ha valorizzato la sezione scrittura, inserendo una sezione ad hoc per soggetti di lungometraggio, grazie anche alla preziosa collaborazione del Collettivo Criu nel comitato di valutazione e nella giuria, una spin off di studenti della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano che si sta affermando nel panorama della scrittura per il cinema e che ha recentemente vinto il prestigioso Premio Mattador per la miglior sceneggiatura. Il festival ha segnato anche il lancio di Noodles, lo spin off di Poliarte Accademia di Belle arti e design di Ancona che con il Corso cinema e audiovisivo appena concluso ha creato un gruppo di lavoro tra cui si è distinto Davide Como, regista del film Come niente prodotto da Guasco e Poliarte, ora in fase di post produzione.

«Un’energia nuova nella nostra regione - sostiene Elena Casaccia, direttrice artistica del festival e anche nel direttivo di Cna cinema e audiovisivo Marche - con una stretta connessione tra formazione e cinema, e una grande attenzione anche al cinema dei titoli di coda, quell’elenco di invisibili che tuttavia, con il loro prezioso lavoro, rendono possibile l’esistenza del set e muovono un’economia. Sono le nostre maestranze, i ruoli in produzione, e tutti coloro che creano le premesse perché un film venga prodotto».

rande soddisfazione espressa anche dal sindaco di Offagna Ezio Capitani: «Una manifestazione di grande spessore che ha visto una folta partecipazione di pubblico e di artisti da tutta Italia pur in tempo di Covid. Auspichiamo che possa crescere a divenire un appuntamento fisso nei prossimi anni».

La giuria presieduta dalla regista fermana Emanuela Rossi, e composta da Colletivo Criu (Milano), dalla giornalista Maria Laura Ramello, dal direttore della fotografia Claudio Marceddu e dal regista Christiano Pahler, ha decretato la vittoria dei seguenti autori: Amir Kaveh per la sezione lunghi con Le onde tenui del mare amico (premio sostenuto da Guasco) , Stefano Ceccarelli e Gabriele Anastasio per la sezione documentario con Amori, (premio sostenuto da CISL Marche) Michele Capuano per la sezione corti con Lella (premio sostenuto da Profima srl) e Volare di Claudio Balboni per il soggetto di lungometraggio (premio sostenuto da Guasco). A loro è stato consegnato un premio fatto a mano dalla Rinoteca di Ancona oltre al premio in denaro (Miglior Documentario € 500,00, Miglior cortometraggio € 500,00, Miglior Lungometraggio €1000,00, Miglior Soggetto di Lungometraggio € 250,00).

Grande emozione per il premio Marisa Galeazzi Saracinelli CINEMAèDONNA, che ricorda il valore e lo spessore di una donna da sempre impegnata nella cultura e nella politica. Il premio, consegnato dal sindaco Ezio Capitani, amico e compagno di esperienze politiche di lungo corso e dalla nipote Caterina Saracinelli è andato a Rebecca Liberati, attrice marchigiana di cinema e teatro, che si è distinta per la sua interpretazione intensa e sorprendente nel corto Spera Teresa di Damiano Giacomelli in concorso al festival.

Un altro battesimo all’interno del festival con il premio CNA cinema e audiovisivo Marche ai Mestieri del cinema che è andato a Michele Conti, fonico di presa diretta e sound designer, per la sua competenza e professionalità. Il festival CineOFF, ideato da Guasco e Noodles, con il patrocinio del Comune di Offagna, della Fondazione Marche cultura è stato realizzato in collaborazione con CNA Cinema e Audiovisivo Marche, Poliarte Accademia di belle arti e design di Ancona, Viva servizi, CISL Marche, Profima, Tech4care, Unipol Sai AssiAdriatica, Hill international, Amori e psiche, Ki Art e Scolastica Accademia di trucco, Pigini group, e in collaborazione con l’azienda vincola Vigna della cava e Salumi di Offagna per la filiera enogastronomica.

ELENA CASACCIA 
Direzione artistica Docente di lettere, editrice e produttrice della società Guasco che dal 2009 si occupa di cinema, editoria, comunicazione. Ha scritto soggetti e sceneggiature tra cui “generazione internet”, regia di Lorenzo Vignolo, “La leggenda di Bob Wind” regia di Dario Baldi, uscito al cinema nel 2017 selezionato in vari festival e proiettato al Regent Street Cinema di Londra nella rassegna curata da CinemaItalia UK, il corto “Dimenticanze”, regia di Victor Carlo Vitale, ha ideato manifestazioni artistiche ed eventi culturali come “E-creativity, festival della comunicazione digitale”, “Appunti di viaggio nella narrativa femminile”, progetto di promozione e valorizzazione di scrittrici contemporanee su incarico della Commissione per le pari opportunità della Regione Marche, “La fabbrica del cinema”, collocato all’interno del Distretto Culturale Evoluto, un progetto di Regione Marche, Fondazione Marche Cultura e Marche Film Commission. Formatrice di narrazione e storytelling nei corsi PON e IFTS. Coordina l'ufficio stampa di Guasco ideando le campagne di comunicazione di cortometraggi, film, e spettacoli teatrali. È stata recentemente nominata referente per la formazione e relazioni esterne di CNA Marche cinema e audiovisivi.

GUASCO
Guasco è un’azienda di Ancona nata nel 2009, si occupa di produzione audiovisiva e cinematografica, service per il cinema, editoria, eventi culturali e promozione del territorio. Ha collaborato con Angelika Vision, RAI Cinema, Palomar, Lux Vide, 11marzofilm e Rai fiction, ha già al suo attivo la produzione del film Alma, selezionato al Festival des Films du Monde di Montreal, Canada, al Cape Winelands Festival, Sud Africa 2010, premiato come migliore sceneggiatura al BAFF 2010 e la produzione della docufiction generazione_internet, presentata al Festival del Cinema di Venezia – Giornate degli Autori 2011. Nel 2016 è uscito nelle sale il film La leggenda di Bob Wind regia di Dario Baldi con Corrado Fortuna e Lavinia Longhi, sostenuto dalla Marche Film Commission – Fondazione Marche Cinema Multimedia e Trentino Film Commission. Nel 2017 è uscito al cinema Last Christmas regia di Crhistiano Pahler, sostenuto da Sardegna Film Commission selezionato in numerosi festival nazionali (Foggia, Premio Mario Verdone) e internazionali (Montpellier, Villerupt, Nuova Delhi e Spalato) premiato all’Alexandria Mediterranean Film Festival di Alessandria d’Egitto e al Movieplanet Film Festival. Nel 2017 Guasco ha preso parte al progetto Distretto culturale evoluto per la sezione produzione "La fabbrica del cinema, fare cinema nelle Marche". Nel 2018 è uscito in sala Malerba per la regia di Simone Corallini. Premiato come miglior film al WAG festival da una giuria di giovani under 30, selezionato al Foggia Film Festival, alla 34°Alexandria Mediterranean Countries Film Festival in Egitto e vincitore al NOT FILM FEST come miglior film per il maggior potenziale di distribuzione all’estero, assegnato dalla Flexymovies di Los Angel es. Nel 2020 Guasco ha realizzato il film Come niente, regia di Davide Como, in associazione con Accademia di Belle arti Poliarte, e in partnership con Accademia di Belle arti di Macerata. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA