Nina Moric e i maltrattamenti dell'ex Luigi Favoloso, l'avvocato si oppone all'archiviazione: «Molti testimoni confermano»

Lunedì 31 Maggio 2021
Nina Moric e i maltrattamenti dell'ex Luigi Favoloso, l'avvocato si oppone all'archiviazione: «Molti testimoni confermano»

Il legale di Nina Moric, l'avvocato Solange Marchignoli, si oppone  all'archiviazione dell'indagine milanese per maltrattamenti a carico dell'ex fidanzato della donna, l'imprenditore Luigi Favoloso. Il pm - si legge nella richiesta - «ha erroneamente considerato non credibile intrinsecamente la persona offesa e, in base a detto assunto» ha persino «negato valore ai plurimi riscontri esistenti agli atti». Richiesta con la quale si chiede l'imputazione coatta e, in subordine, nuove indagini sul caso tramite anche l'audizione del professore Giovanni Sartori e e della dottoressa Cristina Scarpazza, dell'Istituto di Neuroscienze forensi dell'Università di Padova.

LEGGI ANCHE

Fabrizio Corona torna ai domiciliari: l'abbraccio con la mamma Gabriella in lacrime

Si legge nell'atto che quanto denunciato da Moric «è stato dunque certificato persino dai riscontri esterni e dalle numerose testimonianze indirette che hanno variamente confermato il tenore maltrattante delle condotte di Luigi Mario Favoloso nei confronti della compagna convivente Nina Moric e, in linea generale, offerto spunti decisivi per inquadrare un 'quadro ambientalè del tutto compatibile con il narrato della parte offesa». Il legale non condivide l'impostazione dell'accusa che «ha ritenuto assumere come decisiva la fragilità della vittima e la natura conflittuale del rapporto con Favoloso». Elementi «utilizzati come premessa maggiore di un presuntivo sillogismo» e che si sono trasformati in «un ariete capace di travolgere l'intero impianto probatorio». Infatti, secondo l'avvocato «quandanche, come nel caso di specie, sia affermato che la persona offesa presenti dei tratti di fragilità, ciò non può in nessun modo avere una ripercussione automatica di tipo giudiziario».

 

 

Ultimo aggiornamento: 16:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA