Pierluigi Diaco-Alberto Matano, faccia a faccia fuori dagli studi. Imbarazzo in Rai, poi la smentita

Giovedì 2 Luglio 2020 di Domenico Zurlo
Alberto Matano e Pierluigi Diaco, faccia a faccia negli studi Rai. Diaco: «Sleale, gli ho detto ciò che penso»

Dopo la querelle tra Lorella Cuccarini e Alberto Matano, con la prima che accusava il secondo di maschilismo in una mail di addio ai collaboratori de La Vita in Diretta, ci sarebbe stato un faccia a faccia tra lo stesso Matano e Pierluigi Diaco, conduttore di Io e te, sempre sulla Rai. A raccontarlo un paparazzo, Alan Fiordelmondo, sul suo account Instagram wolfbreakofficial.

LEGGI ANCHE: Break nell'estate con temperature in picchiata e temporali con rischio grandine anche sulle Marche. Ecco quando e dove

LEGGI ANCHE: Meghan Markle accusa la famiglia di Harry: «Non mi hanno protetta durante la gravidanza»

Il paparazzo scrive che Diaco avrebbe accusato Matano «di aver contribuito a far fuori Lorella Cuccarini da La Vita in Diretta. Una scena imbarazzante anche per gli alti dirigenti Rai che hanno assistito allo spiacevole episodio. Pare che Matano non abbia risposto agli insulti per evitare di alimentare la polemica», si legge nel suo post su Instagram.

Una ricostruzione, quella del paparazzo, non condivisa dallo stesso Diaco, che via Twitter ha smentito le urla e le scenate e anche la presenza di dirigenti Rai. «Matano è stato sleale con l’amica Lorella Cuccarini, gli ho detto con educazione quello che penso. Non volevo che il mio giudizio gli fosse riportato - scrive - Non ci sono state urla, scenate, né erano presenti dirigenti Rai. Mi chiedo come fa a circolare una indiscrezione falsa. Dettata da chi?».

Il paparazzo, poco dopo rincara la dose ribattendo ancora a Diaco: «Diaco conferma quanto abbiamo detto. Definisce Alberto Matano SLEALE, quindi lo offende, conosce qualcosa che nessuno sa? Allo stesso tempo dice di aver detto con educazione quello che pensa, sarebbe carino ascoltare la risposta di Matano». Poi si rivolge allo stesso Matano: «Cosa ti ha detto Diaco? E soprattutto sei amico di Diaco oggi dopo l'incontro?». Tra voci, detto e non detto, una situazione di certo non facile nei corridoi del servizio pubblico.
 

Ultimo aggiornamento: 13:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA