Musicultura, Beatrice Antolini inaugura la Controra. Venerdì e sabato le finali del concorso allo Sferisterio

Lunedì 14 Giugno 2021 di Chiara Morini
Beatrice Antolini stasera inaugura la Controra di Musicultura

MACERATA - Sarà una maceratese ad aprire la settimana di Musicultura: Beatrice Antolini, questa sera, alle ore 21, in piazza Vittorio Veneto, darà il via agli appuntamenti della Controra. Suo il concerto con un live che animerà il centro storico di Macerata, con la partecipazione del batterista Donald Renda e del bassista Andrea Torresani.

LEGGI ANCHE:

Sangiovanni insultato per strada perché vestito di fucsia. «In Italia ancora chiusura mentale»

Ecco i tormentoni in musica dell'estate dai Maneskin a Emma ai Coldplay

 
La carriera
Compositrice e polistrumentista, produttrice, e pure cantante e performer, l’artista, nata a Macerata, ha conosciuto la musica da piccola: a tre anni ha iniziato a suonare il piano, e poi a studiare musica classica. Non si è fermata a quella, perché ha mostrato un grande interesse verso ogni tipo di musica: studiando diversi strumenti, iniziando ad arrangiare e autoprodurre i propri brani. Un talento poliedrico, che si traduce in una continua sperimentazione.

Nel 2001 il trasferimento a Bologna, dove si è laureata, si è diplomata in teatro e ha continuato gli studi di musica classica. Il suo primo album, psichedelico, dal titolo “Big Saloon” è uscito nel 2006 per Madcap Collective, mentre il secondo, “A due”, l’ha realizzato tutto da sola. Lo ha arrangiato, suonato, e prodotto, ed è divenuto presto il suo “marchio di fabbrica”. Ha varcato i confini nazionali, arrivando in Inghilterra, e ha pure ottenuto il plauso della critica.


Le collaborazioni
Beatrice Antolini ha poi partecipato al progetto “Il paese è reale” di Manuel Agnelli, nel 2009 e ha preso parte a molte importanti rassegne, tra cui si ricordano il Primo Maggio di Roma e la stessa Musicultura. Definire la Antolini un’artista poliedrica, come detto, non è esagerato: in tasca ad oggi ha sei album, e all’attivo numerose collaborazioni con artisti di rilievo. T

ra questi si segnalano Lydia Lunch, Vasco Rossi, per il quale nel 2017 ha suonato come polistrumentista nel tour negli stadi “Vascononstop 2018”. Ancora tra gli artisti con cui ha collaborato la Antolini, si segnalano Emis Killa e Achille Lauro. Per quest’ultimo è stata direttore d’orchestra a Sanremo 2020, per la canzone “Me ne frego” presentata proprio dal rapper. Non ha un genere fisso, perché la Antolini è sempre alla ricerca di sperimentazioni: attraversa ogni genere musicale, dando alle sue composizioni un approccio internazionale.


La settimana
Il concerto della Antolini, per il quale bisogna prenotare sul sito di Musicultura, aprirà una lunga settimana, fatta di musica e recital, incontri e dibattiti, reading compresi. «Macerata ritroverà il suo pubblico con questi momenti di approfondimento e divertimento – commenta l’assessore agli Eventi Riccardo Sacchi – siamo pronti ad accogliere gli ospiti». Gli eventi della Controra sono ad ingresso libero, e contribuiranno ad accrescere l’attesa per le due serate finali di Musicultura.

Venerdì 18 e sabato 19 giugno, sarà protagonista lo Sferisterio. Sul palco a presentare le esibizioni degli otto vincitori, tra i quali sarà scelto quello assoluto, saliranno anche altri ospiti, con la conduzione di Veronica Maya ed Enrico Ruggeri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA