Musicultura, il rettore Adornato tiene una lezione su Bruno Lauzi. Ecco tutto il programma della Controra

Martedì 8 Giugno 2021 di Chiara Morini
Il rettore di UniMc Francesco Adornato

MACERATA - Concerti, recital, incontri, dibattiti, reading, a ingresso libero, saranno gli ingredienti della Controra di Musicultura, che dal 14 al 19 giugno animeranno il centro storico della città. Diversi i temi trattati in grado di attrarre creando una grande attesa per le serate finali allo Sferisterio. Tra gli appuntamenti l'incontro che il rettore di Unimc, Francesco Adornato, terrà sul cantautore Bruno Lauzi.

 

Giallo in serie A sullo spezzatino in tv: i club vogliono più soldi da Dazn

Terence Hill non farà più Don Matteo: dopo tante voci adesso c'è una spiegazione. Il figlio racconta tutto

  

L’inizio
Ad aprire la settimana, il prossimo lunedì, toccherà a Beatrice Antolini, che alle ore 21 in piazza Vittorio Veneto farà un live insieme al batterista Donald Renda e al bassista Andrea Torresani. Dalla cantante e polistrumentista dai suoni internazionali, il testimone ideale per l’apertura della giornata di martedì 15 passerà direttamente nelle mani della poetessa Maria Grazia Calandrone. Sarà alle 18 nel cortile del palazzo Comunale; sempre in un cortile, ma questa volta in quello di palazzo Buonaccorsi, alle 18.45 ci sarà Lorella Cuccarini.


Il format
Sarà lei la prima ospite del format “Le parole che non ti ho detto”, a cura di Vincenzo Galluzzo. Racconterà i retroscena della sua carriera così come farà, il giorno dopo, anche la giornalista Benedetta Rinaldi, conduttrice di Uno Mattina ed Elisir (ore 18.30, mercoledì 16, nel cortile di palazzo Conventati). Super ospiti, rimanendo nella serata di martedì 15, il duo Colapesce-Dimartino che in piazza Vittorio Veneto, alle 21, sarà intervistato dal conduttore radiofonico John Vignola, e parlerà ricordando Franco Battiato. L’omaggio a Fred Buscaglione, sarà mercoledì 16, dalle ore 18, nel cortile del palazzo Comunale, con Enrico Pandiani e Valerio Calzolaio. 


L’attesa per le finali
Enrico Ruggeri, che condurrà le finali allo Sferisterio insieme a Veronica Maya, svestirà i panni del presentatore per fare un viaggio all’indietro con il suo pubblico e parlare di ’68, sempre mercoledì. Anteprima di ciò che saranno le due serate? Probabilmente, non si sa, ma di certo il pubblico potrà ascoltare gli otto vincitori. Brugnano e Caravaggio, Ciao sono Vale ed Elasi, Lorenzo Lepore e Luk, Mille e The Jab, terranno un concerto alle 21 in piazza Vittorio Veneto. L’autore e giornalista Mauro Covacich giovedì 17 alle 18 sarà al Giro Lab di piazza Mazzini, e alla stessa ora, nel cortile del palazzo Comunale, ci sarà il rettore dell’ateneo maceratese, Francesco Adornato. Con lui e con il critico musicale Stefano Bonagura, si ripercorrerà la storia della musica di Bruno Lauzi.

Tre quarti d’ora dopo, nel palazzo Buonaccorsi, toccherà ai Subsonica raccontarsi al pubblico della Controra. Proprio il gruppo sarà ospite anche sul palco dello Sferisterio il prossimo venerdì 18, che segnerà di fatto il loro ritorno al live. Chiusura di serata con Antonella Ruggiero, alle 21, in piazza Vittorio Veneto; due appuntamenti, venerdì 18: alle 18.30 nel cortile del palazzo Conventati con Sergio Cerruti, alle 18.45 in quello del Buonaccorsi con Marisa Laurito. Dopo la prima serata finale, i vincitori resteranno quattro, e alle 12 di sabato 19 giugno si racconteranno intervistati dai conduttori di Radio1, al Giro Lab di piazza Mazzini. Chiusura di Controra con Michele D’Andrea e Irene Grandi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA