A Moresco recital con Valentina Varriale e Salvatore Barbatano

Giovedì 20 Agosto 2020
Il soprano Valentina Varriale

MORESCO - Prosegue la rassegna “Il violino sulla torre”, nell’incantevole borgo di Moresco, giovedì 20 agosto alle ore 21.15. Curata dall’Associazione Marche Musica e con la direzione artistica del maestro Salvatore Barbatano, regala ogni anno stupende serate ai turisti e cittadini di uno dei “borghi più belli d’Italia”.

Sarà la Piazza Castello ad accogliere il soprano Valentina Varriale , un’artista dall’ugula d’oro, grande e raffinata interprete che ha  calcato le scende dei più importanti teatri, recente Violetta ne “La Traviata” al Teatro dell’Opera di Roma con regia di S. Coppola, Madama Cortese ne “Il Viaggio a Reims” con regia di D. Michieletto, Donna Anna nel “Don Giovanni” con regia di Vick, è inoltre  raffinata camerista ed ha collaborato con artisti del calibro di O. Dantone, J. Savall, A. Florio, Sonatori de La Gioiosa Marca, R. Alessandrini, ecc. È vincitrice di numerosi concorsi e vanta la felice collaborazione con il pianista Marco Sollini con cui ha registrato per la Urania Records ‘Le Soirées Musicales e La regata veneziana’ di G. Rossini. Nicola Piovani la sceglie per i suoi La Vita Nova e Padre Cicogna, trasmesso sulle reti Rai.

Salvatore Barbatano è pianista definito da Claudio Scimone “vero pianista dal tocco mozartiano leggero ed affascinante”, ha suonato alla Grosse Saal del Mozarteum di Salisburgo, alla Smetana Hall di Praga, alla Filarmonica di Cracovia, al Festival dei palazzi di San Pietroburgo, alla Liszt Academy di Budapest, in Corea del Sud con la Wonju Symphony Orchestra, al Cairo con la Cairo Symphony Orchestra, ecc. Condivide con Marco Sollini il duo pianistico Sollini - Barbatano con cui ha inciso per l’etichetta discografica Sony classical i Concerti di Mozart K.365 e L. Kozeluch per pianoforte a 4 mani e orchestra. E’ docente al Conservatorio “P. Mascagni di Livorno” dal 2017.

Particolarmente affascinante il programma che i due artisti presentano nel concerto a Moresco che si apre con un omaggio al 250° anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven con la celebre Sonata op.27 n.2 “Al chiaro di luna” e prosegue con arie da camera di Francesco Paolo Tosti: O Falce di luna calante, Visione, Sogno, ‘A vucchella e poi offrirà uno spaccato delle più belle arie veriste con “Son pochi fiori” di Pietro Mascagni e “Quando men vo”, “O mio bambino caro”, “Un bel di vedremo” di Giacomo Puccini assieme al “Coro a bocca chiusa” eseguito dal pianista Barbatano. Una selezione di musiche davvero emozionanti e di rara bellezza per l’incanto di una serata che parla di emozioni e che non mancherà di stupire.
Ingresso libero con prenotazioni presso il Comune di Moresco a: 0734 259983. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA