Manila Nazzaro, Miss Italia nel 1999:
«Noi naturali, oggi ritoccate a 20 anni»

Lunedì 24 Settembre 2018
Manila Nazzaro, Miss Italia nel 1999: «Noi al naturale, oggi ritoccate già a 20 anni»

Manila Nazzaro è stata Miss Italia nel 1999. Ha vinto un'edizione del concorso in cui era presente anche Caterina Balivo, finita terza. Dopo la corona e la fascia ha presentato per anni in tv il dopo concorso e Miss Italia nel mondo. Ha condotto anche i Fatti Vostri e ora è una voce radiofonica di Pane Amore e Zeta, il programma in onda su Radio Zeta.



Vent'anni dopo (19 per l'esattezza) che cosa ricorda di quel trionfo?
«Grande emozione, un sogno che si realizzava. Però noi eravamo ragazze acque e sapone. Disincantate e un po' anche ingenue».
Quelle di oggi non lo sono?
«Assolutamente no. Molte di loro sono più mature e soprattutto non sono poche quelle che hanno le labbra rifatte, le ciglia finte. Hanno già fatto dei ritocchi al proprio corpo. A noi consentivano solo il mascara e il lucido trasparente. La nostra era una bellezza naturale».
Quindi sono più scaltre.
«Senza dubbio. Sanno già come affrontare Miss Italia. Cosa fare. Che cosa possono ottenere. L'approccio al concorso è differente. Grazie anche a internet. Sono costruite per centrare l'obiettivo. Sanno che diventeranno delle modelle, magari delle fashion blogger».
Ma il concorso non si snatura? Se una si rifà non falsa la competizione?
«No, questo no. È giusto che sia passato il messaggio di dare spazio anche alle mamme, alle sposate e non solo alle ragazze. Se una migliora la sua bellezza fa bene. Certo, dispiace vedere concorrenti di 20 anni che già hanno conosciuto il chirurgo estetico».
Eravate amiche lei e la Balivo?
«In verità no. Durante il concorso non abbiamo mai legato. Ricordo le nostre aspirazioni: io che sognavo di diventare una conduttrice tv mentre lei voleva fare la giornalista. In verità sono più amica di Elisa Isoardi, che due anni dopo è arrivata seconda. Io presentavo il dopo concorso e ci siamo conosciute lì».
In tv però ha vinto la Balivo.
«Abbiamo avuto due carriere diverse. Lei è stata più fortunata di me e ha saputo fare le scelte al momento giusto. Io ho preferito a inizio carriera il matrimonio e la maternità, lei invece certe scelte le ha fatte a carriera avviata».
 

 


Ascolti tv in calo, vincitrici che non lasciano il segno, forse Miss Italia ha fatto il suo tempo?
«Non sono d'accordo. Non ho gradito certo critiche gratuite nei confronti della vincitrice e della ragazza che ha dovuto portare una protesi a causa di un incidente. È normalissima come le altre, magari qualcuna è più bella di lei però non capisco tutte queste polemiche. Nulla contro La7, tuttavia penso che il concorso meriterebbe le cinque serate su Raiuno, in modo da attirare sponsor importanti».

riproduzione riservata ®

Ultimo aggiornamento: 11:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA