“Come accogliere un...”, web serie tutta da ridere con Macchini e Toccaceli che insegnano come far felici i turisti

Venerdì 9 Aprile 2021 di Chiara Morini
Piero Massimo Macchini con Mattia Toccaceli

SANT'ELPIDIO A MARE - Non sarà solo una web serie, ma un progetto digitale che parte dalla valorizzazione e dal rilancio delle Marche. “Come accogliere un…”, questo il titolo, è prodotta da Lagrù con il sostegno della Regione. «Daremo il nostro personalissimo contributo, con il tocco ironico che ci caratterizza – commenta il presidente di Lagrù, Lorenzo Palmieri – ci siamo chiesti se noi marchigiani siamo veramente in grado di accogliere i turisti. Forse c’è un po’ di reticenza, abbiamo creato video-tutorial destinati ai cittadini e agli operatori». 

 
Saranno messi online sul canale YouTube di MarcheTube, progetto nato nel 2012 che ancora oggi riscuote un ottimo successo. Si parte il 6 maggio e proseguirà tutti i giovedì. Protagonisti Piero Massimo Macchini e Mattia Toccaceli. «Nel primo spettacolo faremo finta di essere in Regione a presentare questo progetto – spiega il comico fermano – con un fantomatico funzionario impersonato da Gianluca Marinangeli che, dopo una prima esclusione, ci dice che da soli non funzioniamo, ma insieme sì. Credo che la nostra comicità possa essere un volano o quasi un testimonial anche meglio di altri personaggi». Inizialmente dovevano essere dieci gli episodi, scritti da Matteo Berdini, almeno così era previsto dal budget a disposizione; poi, visto che il materiale c’era e che i video, dai 5 minuti voluti, erano più lunghi, hanno deciso di montarne una quindicina. Non un solo format, ma ben tre animeranno questa serie.

LEGGI ANCHE:

Elisabetta Gregoraci e le 300 rose rosse, svelata l'identità dell’ammiratore segreto?

Asur scrive agli operatori sanitari non ancora vaccinati contro il Covid: «Sbrigatevi, è un requisito essenziale per poter lavorare»


Dall’incontro tra il comico Macchini che definisce Toccaceli un “nerd dei social e del web”, il progetto si divide innanzitutto in due sezioni riguardanti il web. La prima riguarda il mondo delle ricerche, con le parole chiave e quant’altro. «Immagino le richieste più assurde anche scritte in un non italiano – spiega Toccaceli – ecco io sarò il nerd che userà queste parole chiave e, invece di siti da leggere o guardare, il risultato sarà Macchini che mi spiegherà quello che voglio sapere». E che dire dei tutorial? Ne spuntano ormai come funghi e anche in questo caso, come per i precedenti, ne hanno creati di appositi su come accogliere i turisti. Ultimo, ma non meno importante, è il terzo format, quello delle interviste.

Macchini e Toccaceli hanno scelto tre personaggi della vita reale marchigiana: uno della cultura, a cui verranno fatte domande “stupide”, banali; uno del food, argomento molto in voga in questo periodo; uno del settore della moda, dove ci finirà tutto ciò che riguarda la bellezza e il divertimento.

I protagonisti? «Sarà una sorpresa», dicono in coro Macchini e Toccaceli che anticipano solo il metodo: le interviste, costruite mediante la forma del test, si alterneranno alle ricerche Internet e ai tutorial. L’obiettivo che Lagrù si pone, discutendo nelle stanze virtuali, è quello di accogliere e far star bene i turisti, tanto che sta riflettendo sull’opportunità di inserire sottotitoli in inglese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA