Corto Dorico scalda i motori
Matteo Garrone è l’ospite d’onore

Corto Dorico scalda i motori Matteo Garrone è l’ospite d’onore
3 Minuti di Lettura
Sabato 21 Novembre 2015, 10:25 - Ultimo aggiornamento: 10 Novembre, 22:11

ANCONA - Presentata l'edizione numero dodici di Corto Dorico, il festival che nel corso degli anni è cresciuto fino a diventare appuntamento di risonanza nazionale.

Organizzato dall'associazione Nie Wiem e dal Comune di Ancona, il direttore artistico è Daniele Ciprì. Oltre 200 cortometraggi iscritti, 8 finalisti + 1 che verrà ripescato dal pubblico, 7.750 euro di montepremi, oltre 50 partner, eventi speciali dedicati ai migranti e ai bambini che si svolgerà ad Ancona dal 5 al 12 dicembre.

Dopo gli interventi istituzionali - con promesse di continuare a sostenere Corto Dorico aumentando, fin dal prossimo anno, il contributo economico - dell'assessore alla Cultura della Regione Marche Moreno Pieroni, dell'assessore alla Cultura del Comune di Ancona Paolo Marasca e del presidente della Fondazione Marche Cinema Multimedia Stefania Benatti, Valerio Cuccaroni, presidente di Nie Wiem, ha illustrato il programma della manifestazione.

Un programma ricchissimo, e con ogni probabilità ancora incompleto (tenete d'occhio il sito cortodorico.it). Nove cortometraggi si contenderanno, sabato 12, il primo premio patrocinato da Sef Stamura (5.000 euro e una statuetta creata da FabLab/The Hive) e gli altri riconoscimenti in palio. Otto sono stati scelti, fra oltre duecento opere iscritte, da un comitato artistico di professionisti ed esperti del settore. I titoli. "Bellissima" di Alessandro Capitani, "Six" di Frank Jerky, "Varicella" di Fulvio Risuleo, "How I Didn't Become a Piano Player" e "All the Pain in the World" di Tommaso Pitta, "Eternit" di Giovanni Aloi, "Mona Blonde" di Grazia Tricarico e "Ludi Florales" di Alessandro Bavari. Il nono corto sarà scelto dal pubblico fra quelli proiettati nella serata di sabato 5. Una retrospettiva completa verrà dedicata al cinema di Matteo Garrone, che incontrerà il pubblico martedì 8.

Un evento speciale sarà inoltre dedicato a Ugo Gregoretti che, guardando alla sua lunga ed eterogenea esperienza si interrogherà su "Chi ha incastrato il cinema?" in una tavola rotonda con Angelo Guglielmi, Daniele Ciprì e Luca Vecchi del gruppo di youtubers The Pills. La rassegna "Salto in lungo" proporrà i lavori di tre giovani talenti che dai corti son già passati al lungometraggio. Si potranno vedere: "Perfidia" di Bonifacio Angius, "Dancing With Maria" di Ivan Gergolet e "Banat" di Adriano Valerio ed Eva Jospin, il primo premiato a Locarno e ad Annecy. Venerdì 11, la tavola rotonda "Eppur si muove: il settore audiovisivo tra Stato e Regioni" approfondirà il rapporto tra economia e cinema. Fra gli eventi collaterali, segnaliamo la masterclass dello sceneggiatore Massimo Gaudioso, collaboratore fisso di Garrone.

È a numero chiuso, chi è interessato si sbrighi. Gaudioso, Gregoretti, Vecchi e Lidyia Liberman (l'attrice ammirata in "Sangue del mio sangue" di Bellocchio). Matteo Garrone Luca Vecchi e Angelo Guglielmi compongono la giuria. In questi giorni Ciprì è impegnato nelle riprese di un corto.

Alla conferenza era presente via skype. Non ha parlato molto perché "La tecnologia è una noia mortale"! Non vi abbiamo elencato tutti gli appuntamenti in programma, in buona parte gratuiti. Il festival è realizzato grazie alla collaborazione di oltre 50 partner, pubblici e privati, più di 1.000 ore di volontariato dell’associazione Nie Wiem e del comitato artistico, e grazie al sostegno di singoli donatori, che fino al 12 dicembre possono sostenere la Corto Dorico, con donazioni da 5 euro in su, attraverso la piattaforma di crowdfunding Limoney.

© RIPRODUZIONE RISERVATA