Lapo Elkann a Verissimo: «Io e Maradona siamo rimasti bambini puri. Abbiamo pagato la nostra ipersensibilità»

Sabato 28 Novembre 2020 di Emiliana Costa
Maradona, Lapo Elkann a Verissimo: «Io e lui siamo rimasti bambini puri. Abbiamo pagato la nostra ipersensibilità»

Maradona, Lapo Elkann a Verissimo: «Io e lui siamo rimasti bambini puri. Abbiamo pagato la nostra ipersensibilità». Oggi, il nipote di Gianni Agnelli è stato ospite in collegamento di Silvia Toffanin per ricordare l'amico scomparso Diego Armando Maradona.

LEGGI ANCHE: 

Ecco la testimonianza commossa di Lapo Elkann: «Diego è un amico vero, quasi un fratello. Quando lui è scomparso, è come se fossi morto io. Perché poteva accadere a me. Le battaglie e le sofferenze che ha vissuto lui per le dipendenze, sono le mie. Era un uomo con un cuore d'oro, che ha sempre lottato per i più deboli. È il più grande calciatore di tutti i tempi. Una cosa che ci accomunava erano i vuoti emotivi che colmavamo con le sostanze. Sostanze che poi portano alla depressione o alla disabilità».

 

 

E conclude: «Non averlo più con noi è una grande perdita, ma non per il calcio, come persona. Siamo dei bambini, nel senso di più puri e viviamo e patiamo il fatto di essere ipersensibili».

LEGGI ANCHE: 

 

Ultimo aggiornamento: 29 Novembre, 12:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA