Dal Cilento a Hollywood, il sogno del regista italiano Luigi Scarpa, rivelazione del cinema horror

Giovedì 10 Dicembre 2020
Dal Cilento a Hollywood, il sogno del regista italiano Luigi Scarpa, rivelazione del cinema horror

Luigi Scarpa conquista Hollywood (e non solo). Il giovane regista campano sta dimostrando che l'horror all’italiana è vivo e vegeto. Scarpa ha infatti trionfato, grazie al suo primo cortometraggio d’autore "Malum Aeterni", nei festival internazionali più prestigiosi dedicati al genere horror, organizzati sul web da Londra fino Hollywood a causa della pandemia. 

 

LEGGI ANCHE:

WhatsApp introduce la funzione Carrello per gli acquisti: come fare shopping direttamente in chat

 

"Malum Aeterni" è stato girato l'anno scorso nel Parco Nazionale del Cilento, in omaggio a Gioi, paese natio di Luigi Scarpa, in provincia di Salerno. Nel breve film si possono notare le influenze di grandi classici cinematografici del genere horror, dallo "Shining" di Stanley Kubrick (tratto dall'omonimo romanzo del re dell'horror letterario, Stephen King) al più recente "The Ring". Pochi i dialoghi, Scarpa preferisce far parlare le immagini, che partono da una notte di luna piena, che illumina silenziosa le stradine di un paesino di montagna. Il protagonista del corto si chiama Luca, che si ritrova a fare un viaggio in auto tutt'altro che piacevole e sereno, in un crescendo di suspence. 

 

 

«Ho sempre creduto nel potere delle immagini. Da ragazzino ascoltavo una leggenda popolare legata al mio paese di origine. L’ho sempre immaginata in termini visivi e, da grande, ho voluto raccontarla nel mio primo cortometraggio horror: Malum Aeterni», ha spiegato Scarpa. Una scelta azzeccata, visti i riconoscimenti arrivati quest'anno: 

  • Best Horror Moment all’Unrestricted View Horror Film Festival 2020
  • Best Fantasy e Best Special Make-up all’Hollywood Blood Horror Festival
  • Creepy Production Design al Creepy Tree Film Festival 
  • Best Horror Short of the Month al Monthly Indie Shorts
  • Best Short Film Trailer al GIMFA  (Gralha International Monthly Film Awards)
  • Best Horror all’Andromeda Film Festival

 

 

Luigi Scarpa nel mentre non si è adagiato sugli allori ma vuole proseguire su questo momento felice, infatti è già al lavoro con un nuovo corto horror dal titolo Sībĭlum, un incubo ad occhi aperti giocato sul rapporto madre - figlia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA