Laura Pausini e Paola Cortellesi
fanno centro, Solari soddisfatto

Sabato 2 Aprile 2016 di Stefano Fabrizi
Un momento dello show

ANCONA - A seguire lo show di Laura Pausini e Paola Cortellesi quasi sei milioni di spettatori pari al 24,9% di share. Sopra ogni aspettativa e oltre allo share anche un coro pressoché unanime sulla bontà del prodotto: è tornato il gran varietà in televisione.

E ancora una volta la mano artistica è quella di Giampiero Solari che nelle Marche ha una seconda patria: tra i tanti incarichi e lavori che lo hanno visto protagonista ricordiamo che nel 1998 è stato direttore artistico del Teatro Stabile delle Marche e nel 2005 assessore ai Beni Culturali della regione Marche. 

Ovviamente soddisfatto del risultato, Solari sottolinea che tutte e due cantano, recitano e ballano: "Anzi no, ballano un po' meno, ma cantano e recitano benissimo". E dire che, fino a qualche tempo fa, le due non si conoscevano: "E' stata una conoscenza avvenuta casualmente grazie alle loro figlie che si chiamano Paola e Laura - racconta il regista e autore - Cortellesi era stata ospite allo show di Laura da Taormina. Insieme formano una scintilla, un mix strano, una combinazione di tanti elementi". 

Laura&Paola dunque hanno fatto centro. Ospiti della prima puntata sono stati Andrea Bocelli, Marco Mengoni, Noemi, Fabio De Luigi e Fiorello, che non poteva mancare per un saluto a due amiche. "Gli ospiti si metteranno in gioco con noi - ha detto Pausini - come negli show che vedevo quando ero piccola. Quello è il varietà che ci piace e lo faremo con ospiti importanti che, prima di tutto, sono nostri amici perché è uno show improntato sull'amicizia".

Paola Cortellesi, molto brava e sicura, finge di fare la spalla sfigata dell'esuberante Pausini ma in realtà è lei a condurre le danze, a dare i tempi comici. Laura Pausini ha finalmente esibito professionalmente la sua naturale carica di esuberante comicità. È un fiume in piena che televisivamente funziona.

"Non ho fatto altro che assecondare le attitudini delle due protagoniste - ha precisato Solari - e senza stare con il bilancino dei minuti di riflettore, data la buona sintonia che si è subito istaurata tra le due artista". 

Il risultato è stato un varietà "classico", quello che ha fatto grande la televisione italiana nei primi anni Sessanta, uno show show che non si vedeva da tempo. Anche grazie su autori guidati da Giampiero Solari (e c'è anche l'immancabile Massimiliano Bruno in quota Cortellesi). 

Per la cronaca Laura&Paola ha anche vinto di misura la sfida dell'Auditel contro il rodatissimo “Ciao Darwin”: 5.786.000 spettatori per Cortellesi e Pausini, 5.131.000 per Bonolis; 24,1% di share per RaiUno, 24,4% (ma solo perché molto più lungo) per Canale5. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA