"La Punta della Lingua" a San Severino con i Têtes de Bois

Sabato 8 Agosto 2020
I Têtes de Bois

ANCONA - Per la sua penultima giornata il Festival di poesia totale “La punta della lingua” torna a San Severino Marche, nel Complesso Monumentale di S. Domenico, con un cartellone ricco di eventi: Andrea Satta e i Tête de bois, da Radio3 Loredana Lipperini, la poesia che si vede e molto altro. Domenica 9 agosto la chiusura ad Ancona.
L’edizione 2020 conta oltre 70 autori per più di 30 appuntamenti nel programma ideato dai due direttori artistici Luigi Socci e Valerio Cuccaroni.
           
Sabato 8 agosto, sarà la volta alle 21.30 di un appuntamento speciale: “Pupe e teste di legno - Viaggio nella letteratura per ragazzi" con Loredana Lipperini e Andrea Satta. La scrittrice e conduttrice della trasmissione Fahrenheit Radio 3, guiderà il pubblico in un viaggio nella letteratura per ragazzi, insieme al pediatra, cantante e scrittore ​Andrea Satta​, a partire dalle loro rispettive opere pubblicate da Rrose Sélavy, ​Pupa (​ con illustrazioni di Paolo d’Altan) e ​Pise e Pata ​(con illustrazioni di Giacomo Agnello Modica).
Ingresso a prenotazione obbligatoria sul sito www.lapuntadellalingua.it.  
 
Subito dopo, alle 22.00 il palco sarà tutto per Andrea Satta e le note dei suoi Tête de Bois: una band speciale, cresciuta fra strade e svincoli, in luoghi impropri, capitali europee, periferie e cinture urbane, concerti sul camioncino, sulle scale mobili nei sotterranei dei metrò, in fabbriche abbandonate, interventi estemporanei con le biciclette, sui tram, nelle stazioni ferroviarie, eventi, festival, club, centri sociali, teatri, progetti e grandi palchi. La loro musica spazia tra poesia, rock, folk, si riempie di parole, suggestioni e rumori catturati nel transito, e si sublima in quel suono sospeso tra emozione pura, ironia e straniamento che è la cifra propria della band. Ingresso a prenotazione obbligatoria sul sito www.lapuntadellalingua.it.  
 
La giornata si aprirà però alle ore 18.00 con “La traduzione poetica tra Jack Spicer e Robert Lax” con Andrea Franzoni e Renata Morresi. Traduttore dallo spagnolo, dal francese e dall'inglese, alle prese con autori complessi e plurivoci come Gilles Deleuze, Andrea Franzoni ci svelerà i segreti alla base della sua traduzione delle poesie di Jack Spicer. La poetessa Renata Morresi, Premio Nazionale per la Traduzione nel 2015, presenta la propria traduzione di “Il Circo del sole” (Il Ponte del sale, 2020), prima pubblicazione italiana di ​Robert Lax (Olean, 1915 – New York, 2000), tra i maggiori rappresentanti della poesia concreta e minimalista internazionale. Un libro in cui si alternano riflessioni liriche tra il naturalistico e il metafisico, apparizioni di personaggi strani e meravigliosi e descrizioni di numeri circensi. Ingresso a prenotazione obbligatoria sul sito www.lapuntadellalingua.it.  

Alle ore 19.00 per le Marche della poesia ci saranno i reading di Jacopo Curi, Massimo Gezzi, Francesca Gironi, Renata Morresi, Adelemo Ruggieri e Luigi Socci.
Le Marche non sono solo la terra di Giacomo Leopardi, ma anche di altri grandi poeti tra cui Paolo Volponi, Joyce Lussu, Franco Scataglini e Luigi Di Ruscio, che hanno aperto la strada a un gran numero di poeti contemporanei, molti dei quali già affermati. Per testimoniare e coltivare questa presenza plurale, ogni anno il festival dà spazio alle voci del territorio. Ingresso a prenotazione obbligatoria sul sito www.lapuntadellalingua.it.  
 
Alle ore 20.00 ci sarà un appuntamento “gustoso”. Protagoniste di “A tavola per (la) cultura” saranno la conduttrice radiofonica di Radio3 e scrittrice, Loredana Lipperini e l’editrice di Rrose Sélavy Chiara Gabrielli. Un incontro informale di fronte a piatti tipici marchigiani del ristorante LK. A partecipare saranno tutti coloro che, con un contributo minimo di 20 euro, intendono sostenere il festival “La punta della lingua”. Ingresso a prenotazione obbligatoria sul sito www.lapuntadellalingua.it.  
 
Alle ore 21.00 la poesia si potrà anche vedere con una selezione di videopoesie di Billy Collins e non solo. Ingresso a prenotazione obbligatoria sul sito www.lapuntadellalingua.it.  
Gli appuntamenti, eccetto gli spettacoli a pagamento di Celenza e Musella, sono tutti a ingresso libero fino a esaurimento posti.
A causa delle esigenze di prevenzione sanitaria e altre problematiche legate al periodo, il programma potrebbe subire modifiche, quindi si consiglia di consultare sempre il sito www.lapuntadellalingua.it prima di ogni appuntamento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA