Addio a Ira Von Furstenberg, l'attrice e nipote di Gianni Agnelli aveva 83 anni

La madre era Clara Agnelli, sorella di Gianni

Addio a Ira Von Furstenberg, l'attrice e nipote di Gianni Agnelli aveva 83 anni
Addio a Ira Von Furstenberg, l'attrice e nipote di Gianni Agnelli aveva 83 anni
3 Minuti di Lettura
Lunedì 19 Febbraio 2024, 21:34

Addio a Ira Von Furstenberg, è morta l'attrice e protagonista del jet-set negli anni '70. Nata a Roma il 17 aprile 1940, era figlia del principe Tassilo Fürstenberg e di Clara Agnelli, sorella di Gianni. A ottobre il suo ultimo riconoscimento, il Capri Person Award 2023. Il suo nome completo era Virginia Carolina Theresa Pancrazia Galdina zu Fürstenberg. Nata a Roma il 17 aprile 1940 dal principe Tassilo Fürstenberg, figlio di Karl Emil Fürstenberg, secondo nato della casata dei principi originari della Foresta Nera.

Dotata di grande fascino, una delle blasonate icone sexy degli anni '60, Ira von Fürstenberg divenne un volto popolare del grande schermo grazie al ruolo della dottoressa Olivieri nel film «Il prof. dott. Guido Tersilli primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue» (1967) diretto da Luciano Salce e magistralmente interpretato da Alberto Sordi. Recitò anche accanto al conte Giovanni Nuvoletti (nei panni dl professor Gustavo Azzarini), allora compagno della madre Clara Agnelli.

I matrimoni

Ira von Fürstenberg è stata sposata con il principe spagnolo Alfonso di zu Hohenlohe-Langenburg, da cui ha avuto due figli Christoph (1956-2006) e Hubertus (1959), ex sciatore olimpico in rappresentanza del Messico, cantante e fotografo. Si è poi risposata in seconda nozze con il playboy Francesco «Baby» Pignatari e dalla loro unione non sono nati figli.

L'infanzia

Ira visse l'infanzia in Svizzera durante gli anni della seconda guerra mondiale, poi nella Villa Fürstenberg, sul Terraglio, la strada che collega Venezia a Treviso, e fra Cortina, Salisburgo e Forte dei Marmi; dopo la separazione dei genitori venne mandata a studiare in collegio in Inghilterra.

A 14 anni fece da indossatrice per lo stilista Emilio Pucci, amico di famiglia, e poco dopo si fidanzò con il principe Alfonso zu Hohenlohe-Langenburg, che la corteggiava nonostante avesse già 30 anni.

L'incontro con Francisco Pignatari

Nel dicembre 1959 Ira incontrò a Cortina il leggendario playboy Francisco Pignatari, noto come 'Baby', di 23 anni più grande di lei, e da lì a poco iniziarono una relazione. Venuto a conoscenza dell'infedeltà della moglie, Alfonso di zu Hohenlohe-Langenburg sporse denuncia per adulterio (all'epoca questo era ancora un reato penale per le donne e veniva punito con due anni di carcere per l'adultera e per il correo) e iniziò la battaglia per la custodia dei due figli. Al termine di una lunga battaglia il principe spagnolo ritirò la denuncia in cambio della custodia dei figli. Ira e 'Baby' si sposarono il 12 gennaio 1961 a Reno, nello stato americano Nevada. Già l'anno seguente pare che il matrimonio cominciasse a scricchiolare e i due divorziarono a Las Vegas il 15 gennaio 1964. Solo nel 1969 ottenne l'annullamento del primo matrimonio.

La carriera cinematografica

In un periodo non facile della sua vita, con due matrimoni alle spalle, poco più che 25enne fu il produttore Dino de Laurentis a proporre a Ira di entrare nel mondo cinema. La principessa-attrice girò in tutto 28 pellicole e rifiutò il film «Barbarella» (1968) di Roger Vadim, ruolo che poi venne assegnato a Jane Fonda. Come rifiutò anche di girare un film con Tinto Brass che prevedeva scene erotiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA