Magalli torna oggi su Rai 2, in regia il senigalliese Sartini: «Vi aspetto con Giancarlo, da lui c'è sempre qualcosa da imparare»

Il regista senigalliese Stefano Sartini
Il regista senigalliese Stefano Sartini
di Marco Chiatti
3 Minuti di Lettura
Lunedì 1 Novembre 2021, 07:45

SENIGALLIA - È certamente uno dei personaggi del momento Giancarlo Magalli anche grazie alla lunga querelle con Adriana Volpe. Ora si prepara al ritorno in tv da conduttore. Terminata la sua lunga permanenza ai Fatti vostri, Magalli da oggi sarà infatti protagonista della nuova trasmissione intitolata “Una parola di troppo”, inserita nella fascia pomeridiana in cui era stato presente lo scorso anno nel game show “Resta a casa e vinci”, già condotto in precedenza da Costantino Della Gherardesca.

E ci sarà una cabina di regia marchigiana doc come quella di Stefano Sartini a tirare le fila della trasmissione. Il regista senigalliese si conferma sempre in prima linea in casa Rai e non solo, dopo aver diretto recentemente “Leggerissima estate”. Si prepara dunque per questa nuova avventura, Stefano Sartini, e ci svela i segreti del dietro le quinte della trasmissione.


C’è molta attesa per questo ritorno di Magalli in conduzione, che trasmissione sarà?
«Sono molto felice di poter fare la regia di questo nuovo gioco televisivo e in particolar modo con Giancarlo Magalli che è veramente una icona della nostra televisione. Da queste persone c’è sempre qualcosa da imparare».


Da un punto di vista strettamente tecnico, che tipo di regia vedremo?

«Il programma è un Tv game con tanta grafica, effettistica, ritmo e uno studio molto luminoso. Bisogna seguirlo dall’inizio alla fine. Le inquadrature le ho pensate per cercare con dei primi piani dei concorrenti per enfatizzare la loro concentrazione prima della risposta».


Ormai si sente di casa in Rai? Ha messo le radici nella tv di Stato?
«Sono tanti anni ormai che collaboro con la Rai e sempre di più conosco persone altamente professionali che mi mettono in condizione di poter lavorare a livelli altissimi ed essere orgoglioso di lavorare per mamma Rai».


Come vede la tv tradizionale in questa epoca in cui tante nuove piattaforme streaming stanno prendendo campo?
«La lotta per gli ascolti e sempre più dura. La Tv si evolve e così anche i telespettatori e le proposte di piattaforme sempre più varie. La sfida e riuscire a stare al passo con il presente guardando al futuro».


Quale sarà lo sviluppo delle trasmissioni televisive di intrattenimento come le conosciamo oggi?
«Amo fare programmi di intrattenimento e credo che potranno sempre funzionare. Però dobbiamo fare una operazione autoriale ed immagine per riportare i giovani a guardare la Tv».


Sempre a proposito di futuro, quali sono i suoi prossimi progetti a cui guarda?
«Sono molto felice al momento per tutto quello che sto facendo e per i buoni riscontri che ho del mio lavoro. Poi ci saranno anche altri progetti che svelerò più avanti. Per ora giocate con noi e Magalli su Rai 2 alle 17.15 con “Una parola di troppo”. Vi aspetto.»

© RIPRODUZIONE RISERVATA