L'attore Marescotti chiude da protagonista nel film “Criminali si diventa” girato a Fermo, la presentazione della pellicla in anteprima alla Sala degli Artisti

Martedì 3 Maggio 2022 di Chiara Morini
L'attore Ivano Marescotti in una scena del film "Criminali si diventa"

FERMO - Due ore da seguire tutte d’un fiato: il film “Criminali si diventa” è pronto a uscire nelle sale. Presentato ieri in anteprima alla Sala degli Artisti di Fermo, città dove è stato girato e dove si svolgono la maggior parte delle scene, il 5 maggio sarà proiettato al Giometti di Ancona, alla presenza del cast. Si replicherà il 6 nelle sale di Porto Sant’Elpidio, Jesi e Fano, dove la produzione, i due registi e il cast si divideranno per assicurare la loro presenza. Il film sarà poi anche in altre città marchigiane. 

 


«È il primo ruolo da protagonista per Ivano Marescotti», spiega Luca Trovellesi Cesana che insieme ad Alessandro Tarabelli ha curato la regia del film. Ruolo diverso da quelli in cui siamo soliti vederlo, ma che ha segnato, prosegue Trovellesi Cesana, «anche la chiusura in bellezza con il cinema da parte di Marescotti. Lui infatti ha recentemente detto addio al cinema, cosa che sembra destare particolare attenzione su questo film». È un’action comedy, girata interamente nelle Marche e, nomi noti del panorama nazionale a parte, ha avuto comparse e maestranze made in Marche.

La trama ruota attorno al personaggio interpretato da Ivano Marescotti, che nel film impersona un ex galeotto che esce di prigione dopo 40 anni. La storia è incentrata sulla formazione di un gruppo che dovrà rubare un quadro di inestimabile valore “La Muta” di Raffaello. In campo ci saranno tutte le “competenze” adeguate che serviranno a costituire il piano “quasi” perfetto per trafugare il dipinto. «È un film corale – spiega il co-regista Alessandro Tarabelli – non c’è un solo protagonista, bensì un’alchimia di personaggi uniti dalla volontà di dare una svolta alle loro vite, cimentandosi da non professionisti, da “improvvisati”, a mettere a segno la rapina del secolo». Il film è stato girato per gran parte a Fermo, dove la troupe è rimasta per circa un mese, poi tre giorni a Civitanova, due giorni a Fano, un giorno in Ancona. 


«La parte creativa – commenta il direttore generale di Sydonia, che ha prodotto il film – è terminata, ora si va avanti con il lavoro di promozione». Promozione che, insieme alla pellicola, si tradurrà ovviamente anche nella promozione dei territori. Il film è stato presentato in diversi festival e l’ultimo, in ordine di tempo, è stato il Cannes World film festival, dove per il mese di marzo 2022 “Criminali si diventa” ha conquistato il primo posto nella categoria miglior film straniero. «Si tratta di una selezione di produzioni dello scorso anno – spiega Trovellesi Cesana – i migliori dodici saranno poi proiettati l’anno prossimo a Cannes».

© RIPRODUZIONE RISERVATA