“Passaggi” alla decime edizione si sdoppia tra Fano e San Costanzo e dà il premio speciale a Guccini

Venerdì 29 Aprile 2022 di Elisabetta Marsigli
La presentazione della decima edizione di Passaggi Festival

FANO - Una decima edizione con tante sorprese e sempre più ricca di eventi e ospiti: Passaggi Festival, in programma dal 18 al 26 giugno, si conferma uno dei festival letterari più importanti delle Marche e d’Italia. Il tema di quest’anno, “Con dubbia ragione”, continua a misurarsi con il presente e sarà al centro del “discorso notturno” finale di Ivano Dionigi, domenica 26.

 


La prima delle novità da segnalare è quella della doppia sede: il festival partirà il 18 e 19 giugno dalla piazza che si affaccia sulle colline di San Costanzo, per scendere poi sul mare di Fano, dal 20 al 26. «Spero che questa novità possa contagiare anche altri comuni», esordisce il direttore del festival Giovanni Belfiori in conferenza stampa, «e a San Costanzo apriremo un’altra importante finestra, quella della narrativa italiana». Il festival della saggistica ha, in questi anni, aperto molte altre finestre del panorama letterario, dalla poesia al teatro, dall’arte a rassegne specialistiche di scienza, tecnologia e filosofia, con momenti di spettacolo e laboratori per bambini: una vera grande festa del libro, dal mattino fino a tarda notte.

Festival apprezzato e sostenuto anche dall’assessore alla cultura della Regione Giorgia Latini che ha sottolineato come in questo momento ci sia «grande bisogno di momenti di pensiero critico per accompagnare la crescita delle nuove generazioni».


Un programma denso, con quindici eventi in media al giorno, dislocati in dieci sedi del festival. Non mancherà anche quest’anno un nutrito parterre di ospiti, a cominciare da Francesco Guccini a cui sarà consegnato il Premio Speciale di questa decima edizione il 26 giugno, per arrivare a Dacia Maraini (Premio Passaggi venerdì 24), Lorenzo Cremonesi (premio Andrea Barbato martedì 21), Veronica Pivetti, Marino Sinibaldi, Francesca Michielin, Andrea Delogu, Nina Zilli, Mario Giordano, Gemma Calabresi, Franco Gabrielli, Fabio Panetta, Anilda Ibrahimi, Marilù Oliva, Giuliana Sgrena, Sio, Zuzu, Maurizio Ferraris, Alex Schwazer. Tra le altre novità, l’apertura di una sede, nel chiostro delle Benedettine, riservata alle rassegne specialistiche, dal benessere alle teconologie digitali, scienza (a cura dell’Università di Camerino), arte e filosofia.

Un’altra novità sarà l’appuntamento a mezzanotte con il “giallo” nella suggestiva atmosfera della chiesa di San Francesco. Dagli appuntamenti in spiaggia (con i libri a colazione), la giornata “tipo” di Passaggi proseguirà con gli aperitivi scientifici alla sala “L’Uccellin Belverde”, mentre al tramonto partirà la programmazione della chiesa di San Francesco. 


In piazza XX Settembre sarà allestito il palco centrale con una platea di circa mille posti a sedere, dove ogni sera (ore 21 e ore 22) sono in programma incontri con gli autori, nomi popolari delle classifiche dei libri di saggistica e non solo, anche testimoni e protagonisti della nostra storia, giornalisti impegnati a raccontare il presente. L’altra grande platea sarà quella del Pincio: seicento posti davanti a un palco che ha come quinta l’arco di Augusto, con la rassegna “Fuori Passaggi”, curata dal vice direttore del festival Ludovica Zuccarini e Davide Cattarossi, che proporrà autori legati alla musica e al mondo dei social, che prevede anche un omaggio agli Skiantos.

© RIPRODUZIONE RISERVATA