Fabriano Scena d’Estate, nove appuntamenti tra musica e teatro, arriva super Wendel

Venerdì 30 Luglio 2021 di Saverio Spadavecchia
Ben Wendel, sassofonista nominato ai Grammy Awards

FABRIANO - Fabriano Scena d’Estate offrirà un ricco cartellone di musica e teatro, nove appuntamenti al Teatro Gentile e ai Giardini del Poio, promosso dal Comune di Fabriano in collaborazione con Amat, Regione Marche, MiC e Fabriano Pro Musica.

 

Tanti gli eventi previsti, con il primo previsto per il prossimo 6 agosto con la pianista di formazione classica Elpidia Giardina: il suo eclettismo e la sua versatilità l’hanno ben presto portata anche fuori dagli schemi musicali classici e nello spettacolo “Elpidia Giardina Plays Pink Floyd” offre una riscrittura per pianoforte solo delle amatissime musiche del gruppo britannico.


Il Teatro Gentile di Fabriano conferma la sua vocazione di luogo di creazione artistica ospitando la residenza di allestimento di “Tutto brucia di Motus”, uno dei gruppi più amati e seguiti a livello internazionale, diretta da Enrico Casagrande e Daniela Nicolò. Anteprima al Gentile il 7 agosto, in attesa del debutto nazionale previsto a settembre al Teatro India di Roma. L’appuntamento musicale torna ai Giardini del Poio con il Gran Gala della Lirica l’11 agosto con un programma di grande attrattiva che spazia dalle musiche di Georges Bizet a Gaetano Donizetti, Mozart, Giacomo Puccini, Gioachino Rossini, proposto dall’Ensemble Raffaello, diretto da Stefano Bartolucci.

Ancora un appuntamento musicale ai Giardini del Poio il 14 agosto con la messa in scena del capolavoro di Georges Bizet “Carmen”, presentato da Villa InCanto. Dal 21 agosto in scena FabrJazz, tra giardini del Poio e Teatro Gentile. Primo evento proprio al Poio con il tributo a Pino Daniele “Convergenze Parallele”. Il giorno successivo (22 agosto) Fabrizio Bosso, Julian Oliver Mazzariello e Massimo Popolizio, con l’ambizioso progetto “Shadows, le memorie perdute di Chet Baker” all’interno del teatro Gentile. Un racconto in musica per narrare partendo dal diario scritto dallo stesso musicista e ritrovato dieci anni dopo la morte.

Da questa ispirazione le note di Baker verranno restituite dalla tromba di Fabrizio Bosso e le sue parole recitate dalla voce di Massimo Popolizio tra leggenda e talento, eccessi e tormenti. Proprio dedicata a Chet Baker anche una mostra fotografica (foto di Carlo Pieroni dal prossimo 31 luglio fino al 30 agosto) all’interno del Museo della Carta e della Filigrana.


Dal 25 ultimi appuntamenti all’interno dei giardini del Poio con Giulio Stracciati Trio seguito poi il 27 dall’evento che porterà in scena Ben Wendel (sassofonista nominato ai Grammy Awards), Ares Tavolazzi (ex bassista degli Area),Giovanni Giorgi, Judy Niemack e Wolfgang Köhler. Conclusion il 28 agosto, con Judy Niemack e Wolfgang Köhler. Spazio anche alle lezioni, con l’ormai consolidata proposta didattica di Fabrijazz, quest’anno impreziosita dalle masterclass di Wolfgang Köhler, Judy Niemack, Ben Wendel, Ares Tavolazzi e Giovanni Giorgi. Sicurezza covid: accesso con green pass, accertamento guarigione da covid o tampone (max 48 ore prima dell’evento). Inizio spettacoli ore 21,30. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA