Fabriano Scena d'Estate tra la Carmen di Villa InCanto e il grande jazz con un omaggio a Pino Daniele

Sabato 14 Agosto 2021 di Saverio Spadavecchia
Una scena della "Carmen"

FABRIANO - La “Scena d’Estate” fabrianese prosegue abbracciando ancora una volta il mondo della musica lirica, con la “Carmen” di Bizet. Una delle opere più famose incanterà gli spettatori dopo l’esibizione di mercoledì dell’Ensemble Raffaello che ha portato sul palco dei giardini del Poio musiche di Donizetti, Mozart, Puccini e Rossini.
Questa sera alle ore 21,30, sempre ai giardini del Poio, sarà il Quintetto Gigli con la regia del Maestro Riccardo Serenelli a presentare il celebre capolavoro di Georges Bizet. L’opera è affidata all’interpretazione di Rachele Raggiotti, mezzosoprano nel ruolo della protagonista, Dario Ricchizzi tenore a cui è affidato Don José, Martina Malatini soprano in Micaela e Ferruccio Finetti baritono nel ruolo di Escamillo. L’associazione porta celebri capolavori della lirica presentati in versioni ridotte di circa un’ora e un quarto: un format accessibile, coinvolgente ed emozionante che porta in scena temi sempre attuali interpretati da cast d’eccellenza. Il direttore Riccardo Serenelli dirige il Quintetto Gigli mantenendo intatte l’integrità e la grandiosità della trama e restituendo forza emotiva e pienezza. Con l’obiettivo di diffondere la cultura dell’opera tra i pubblici più diversi, Villa InCanto (che presenta questa versione di “Carmen” in città) ha elaborato nuovi ed esaltanti modi di vivere l’opera lirica a partire proprio dall’esperienza del pubblico, spostato al centro della scena e vero protagonista delle serate. Opera unica , particolarissima ed emozionante con Bizet stesso che collaborò al libretto, scrivendo anche le parole della celebre habanera “L’amour est un oiseau rebelle”.
Dopo la lirica, la “Scena d’estate” si colorerà con i ritmi di FabriJazz a partire dal tributo a Pino Daniele “Convergenze Parallele” del 21 agosto. Il giorno successivo (22 agosto) Fabrizio Bosso, Julian Oliver Mazzariello e Massimo Popolizio, con l’ambizioso progetto “Shadows, le memorie perdute di Chet Baker” all’interno del teatro Gentile. Un racconto in musica per narrare “Le memorie perdute” diario di una vita scritto dallo stesso musicista americano e ritrovato dieci anni dopo la morte del James Dean dei musicisti. Il 25 agosto toccherà al Giulio Stracciati Trio calcare il palco dei giardini del poio, seguito poi il 27 dall’evento che porterà in scena a Fabriano Ben Wendel (sassofonista nominato ai Grammy Awards), Ares Tavolazzi (ex bassista degli Area), Giovanni Giorgi. Ultimo evento estivo il 28 agosto con Judy Niemack e Wolfgang Köhler.
Informazioni e biglietto per lo spettacolo di oggi: biglietteria Teatro Gentile 07323644, biglietteria Giardini del Poio 3392514408 (dalle ore 19), Amat 0712072439. Inizio degli eventi ore 21,30 (compresi quelli di FabriJazz), accesso con green pass, accertamento guarigione da covid o tampone (max 48 ore prima dell’evento).

© RIPRODUZIONE RISERVATA