Il Fabriano Film Fest premia Calopresti e Ivone con la “Filigrana d’autore”

Mercoledì 7 Luglio 2021 di Saverio Spadavecchia
Nello Fiorucci assessore al turismo di Fabriano, Valentina Tomada regista attrice e direttrice artistica del festival, il sindaco di Fabriano Santarelli e Eugenio Casadio Tarabusi dell'Opificio delle Arti

FABRIANO - Tutto pronto per la nona edizione del Fabriano Film Fest, il festival internazionale del cinema “corto”. Appuntamento previsto dal 9 al 10 luglio e dal 14 al 18 luglio in piazza 26 settembre 1997, con le prime proiezioni per la sezione “Cinema e/è donna” incentrata sulle registe (9 e 10 luglio dalle 21,15) per un totale di 15 cortometraggi in concorso. Condurranno la serata la direttrice artistica, regista ed attrice Valentina Tomada in coppia con Betty Senatore, storica voce di Radio Capital. Due i premi previsti, miglior Regia Femminile e il premio “Women empowerment”. 
Il festival ripartirà mercoledì 14 tutti i giorni fino a sabato 17 luglio, con la proiezione di altri 34 cortometraggi con inizio sempre intorno alle 21.15. L’attore Massimiliano Pazzaglia affiancherà Valentina Tomada nella presentazione. Anche quest’anno un vero e proprio giro del mondo, dall’Italia all’Iran per cercare di capire quale sarà il successore de “L’alleato”, il miglior corto dello scorso anno di Elio Di Pace. Tra i tanti premi da consegnare anche la “Filigrana d’autore” al regista Mimmo Calopresti e quello all’attrice e regista Eleonora Ivone domenica 10 luglio. Tra i tanti eventi collaterali sabato 10 luglio alle 11.30 alla Residenza La Ceramica il workshop gratuito di public speaking con Betty Senatore mentre alle 18.30 il raccontor del libro “La moglie di Dante” alla presenza dell’autrice Marina Marazza finalista quest’anno al Premio Bancarella. Venerdì 16 luglio alle 18,30 alla Residenza La Ceramica, “Che storia! I grandi miti del passato: Charlie Chaplin” lettura di e con Fabio Bernacconi. Sempre venerdì, alle 20.30 in piazza 26 Settembre 1997 “Piccolo show di un grande showman”, incontro in musica con Max Paiella. Sabato 17, alle 18.30, sempre alla Ceramica, presentazione del libro “S’è svejatooo! Ricciotto racconta il Marchese del Grillo” alla presenza dell’autore, l’attore Giorgio Gobbi: aneddoti e curiosità legate al mitico film e alla figura del grande Alberto Sordi. Chiusura del festival domenica 18 alle con la serata in collaborazione con FabriJazz e la proiezione di “Let’s get lost” sul musicista Chet Baker.
La giuria del festival sarà presieduta da Mimmo Calopresti, e composta dallo scenografo premio Oscar Gianni Quaranta, dal regista francese Patrice Guillain, dall’attore Stefano Ambrogi, dal vicedirettore di Rai 1 Giovanni Anversa e da Valentina Tomada. Giuria per la sezione“Cinema e/è donna” composta da Betty Senatore, Michela Gallio e Mirella Battistoni (Fidapa). Per partecipare (evento gratuito) alle serate del Fabriano Film Fest in piazza 26 settembre 1997, necessaria prenotazione sulla piattaforma www.eventbrite.com.

© RIPRODUZIONE RISERVATA