Fabriano si tinge con i colori acquarello, l'edizione numero tredici torna in presenza e allarga i propri orizzonti

Mercoledì 11 Maggio 2022 di Saverio Spadavecchia
Una passata edizione di Fabriano InAcquarello

FABRIANO - L’edizione numero tredici di Fabriano InAcquarello torna in presenza ed allarga i propri orizzonti, e dalla città della carta (ormai anche della pittura ad acqua su carta) muove verso Bologna per una kermesse che vuole rafforzare la propria importanza a livello italiano ed internazionale.

 

Dal 12 al 16 maggio tra Fabriano e Bologna, con le sessioni più tecniche del convegno presso la sala di Fico Eataly world ed una giornata unicamente fabrianese del convegno prevista per il 15 maggio. Quest’anno saranno più di 80 paesi in mostra a Fabriano InAcquarello, 24 performance dei grandi Maestri internazionali, 3 workshop, 3 concerti, 11 mostre fra Bologna e Fabriano, dove 5 rimarranno, sia in presenza che in digitale fino alla fine di giugno presso la sede del Museo della Carta. Finito il convegno, dal 16 al 20 gli artisti e la comunità di acquarellisti vivrà una “Painting holiday” tra i borghi marchigiani ed umbri. «A giugno, la data esatta ancora da definire – spiega Anna Massinissa, presidente di InArte e curatore della manifestazione internazionale dal 2010 - arriverà l’attesissimo webinar che consoliderà le aspettative del pubblico internazionale.

Durante tutta la prossima estate continueremo a presidiare l’accoglienza a Fabriano degli acquarellisti che vorranno venire a trovarci e a dipingere con noi». Dalla kermesse un messaggio di pace, con la decisione di non escludere gli artisti russi a causa della guerra in Ucraina perché come è stato spiegato durante l’evento di presentazione “Nulla può dividere l’arte perché l’arte è di tutti”.


«Ci stiamo organizzando per portare la grande mostra di 930 opere, che durante il convegno è esposta a Bologna, anche a Fabriano perché possa continuare ad essere fruita durante l’estate. 1259 è il numero delle opere selezionate nel mondo per Fabriano InAcquarello 2022 – ha concluso Anna Massinissa - con le 250 ulteriori opere inedite esposte a Fabriano, significano 1509 acquarelli che possono essere ammirati nei prossimi giorni in Italia. Sono da menzionare anche gli oltre 3500 artisti che aderendo alla piattaforma online consolidano di fatto una comunità internazionale che ha fatto della pittura ad acqua su carta il mezzo espressivo della propria arte personale e della cultura del paese di origine».

© RIPRODUZIONE RISERVATA