Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Eugenio Finardi, malore prima del volo. L'artista rischia l'infarto: «Salvato dal mio smartwatch»

L'artista racconta sulla sua pagina Facebook perché ha annullato alcuni concerti

Eugenio Finardi, malore prima di un volo. Stava per avere un infarto: «Salvato dal mio smartwatch»
Eugenio Finardi, malore prima di un volo. Stava per avere un infarto: «Salvato dal mio smartwatch»
2 Minuti di Lettura
Sabato 13 Novembre 2021, 09:38

Eugenio Finardi ha dovuto rimandare i concerti organizzati a Brindisi e Ostuni, per un improvviso di un malore che lo ha colto mentre stava per salire sull'aereo che lo avrebbe portato in Puglia da Milano. Attimi di paura, insomma. Il musicista stava per avere un infarto e, come racconta lui stesso sulla sua pagina Facebook, è stato salvato dallo smartwatch che, nel momento stesso in cui ha iniziato a sentirsi male ha individuato di cosa si trattasse. 

il cantautore racconta ai suoi fan i motivi che lo hanno portato a rimandare i concerti organizzati in Puglia per questo weekend. Era stato diffuso, infatti, un messaggio dello staff in cui l'artista si scusava per questo annullamento improvviso. A distanza di qualche ora, poi, arriva la spiegazione di Finardi.

Nei commenti, poi, il cantante rispondendo ai messaggi di pronta guarigione che in tantissimi gli hanno rivolto, ha aggiunto che se il suo smartwatch non avesse avuto «la possibilità di fare un ECG che segnala la fibrillazione in atto e permette di stabilire l'esatto momento dell'insorgere della fibrillazione atriale» probabilmente non sarebbe riuscito ad intervenire in maniera così rapida e, di conseguenza, efficace e aggiunge: «Certamente, avrei pensato di essere solo accaldato e in affanno per lo stress dell'aeroporto e sarei salito sull'aereo dove sarei stato male. Atterraggio d'emergenza e tutte le conseguenze». Poi, il lieto fine.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA