Drusilla Foer in Eleganzissima, due spettacoli a Fermo e Pesaro: «Un'esplosione di musica e racconti»

Drusilla Foer in Eleganzissima, due spettacoli a Fermo e Pesaro: «Un'esplosione di musica e racconti»
Drusilla Foer in Eleganzissima, due spettacoli a Fermo e Pesaro: «Un'esplosione di musica e racconti»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Luglio 2022, 03:05 - Ultimo aggiornamento: 07:45

FERMO Madame Drusilla si svela ancora un po’ tornando a narrarsi con “Eleganzissima estate” in un dittico iniziale di appuntamenti - oggi a Fermo, domani a Pesaro - che è cresciuto con un terzo incontro a Macerata, alla fine di agosto.  Perché di incontro si tratta, secondo la diretta interessata, la quale afferma che «il teatro non è fatto solo da chi sta sul palco e da chi lo fa ma anche da chi ci va». Drusilla Foer, nome d’arte di Gianluca Gori, parla dello spettacolo come di «una esplosione energetica di musica, racconti, temi». Un recital in divenire fra gli aneddoti tratti dalla vita straordinaria di questo personaggio, vissuto fra l’Italia, Cuba, l’America e l’Europa, che dopo essere stata un cult sulla rete, in un libro e nei teatri, è diventata un’icona con il passaggio a Sanremo e poi nella rubrica televisiva “Almanacco del giorno dopo”.


I temi a fuoco


Rispetto al tour invernale, spoilera Drusilla, «Eleganzissima si differenzia perché abbiamo più messo a fuoco gli eventi di cui parlare ed è ora un po’ più fresca, forse meno autoreferenziale». Restano racconti e canzoni che si alternano creando storie e ricordi spesso divertenti talora malinconici, ma sempre con le medesime profondità e intelligenza, vero scandalo di Drusilla, molto più dell’en travesti che la contraddistingue. Si aggiunge, però, un sentimento in più, dice ancora: «È cambiata la percezione del mio lavoro che fino a questo momento ho cercato di fare molto seriamente, con grande impegno e sempre con più integrità possibile: adesso si innesca il tema della responsabilità, di essere un personaggio ascoltato al quale molte persone affidano la visione delle cose ancor prima di essere interessate a ciò che faccio. Quindi il mio rapporto con il pubblico si è vitalizzato del sentimento della responsabilità che non è un sentimento pesante ma un sentimento che irrora l’anima di un artista in modo importante, in modo buono». Un successo clamoroso e consolidato e ormai un format di culto, Eleganzissima - direzione artistica di Franco Godi - va in scena in una versione rivisitata, arricchita di nuovi racconti e di nuove canzoni, fra le quali alcune inedite, che Drusilla interpreta dal vivo, accompagnata dai suoi musicisti Loris Di Leo al pianoforte e Nico Gori al sax e clarinetto.

Una vita da Drusilla

È faticosa la vita di Drusilla? si domanda in conclusione l’interessata che si risponde: «No, perché in realtà sono una persona che conosce i propri limiti oltre il quale perderebbe la propria natura e le proprie caratteristiche. È un dovere che devo a me stessa al pubblico al mio lavoro alle persone con cui lavoro. So difendermi dalle pressioni e dalla sovraesposizione e cerco di mantenere uno standard di vita privata, pubblica, culturale, di studio che mi permetta di essere sereno, mi permetta di essere quello che sono».

© RIPRODUZIONE RISERVATA