Borgofuturo, una settimana di eventi e Colmurano, Loro Piceno, Sant’Angelo in Pontano, Urbisaglia e Ripe San Ginesio

Sabato 10 Luglio 2021 di Chiara Morini
Natalino Balasso

COLMURANO - Una settimana di eventi fino al 18 luglio tra Colmurano, Loro Piceno, Sant’Angelo in Pontano, Urbisaglia e Ripe San Ginesio con il sostegno della Regione Marche: tutto questo è Borgofuturo, che torna anche quest’anno. Il festival è nato 11 anni fa per «rompere l’isolamento culturale che caratterizza le aree dell’entroterra maceratese e che ora, a causa della pandemia, accomuna tutto il territorio», fanno sapere gli organizzatori. 
Questa sera si inizia a Colmurano, con “Cannibali e Re – Letture dei Borghi Ribelli”, e poi, nella stessa località due dj set. Domani, domenica 11 luglio, da Fiastra partirà l’anello del Fiastra in bicicletta e poi si parlerà di risorse locali in due distinti momenti a Loro Piceno. Nello stesso borgo anche un momento musicale: alle 19,30 l’inedito duo Francesco Savoretti-Fabio Mina con “Le Marche e il paesaggio sonoro”, ispirato ai suoni marchigiani. Doveva esserci il concerto della band The Andrè, ma è stato rinviato ad agosto per la finale degli europei di calcio. Momenti dedicati ai bambini, lunedì 12 e martedì 13 luglio, nel museo Contratti Ventura di Colmurano, riaperto ieri dopo la ristrutturazione in seguito al sisma del 2016/2017: dalle 17 alle 20 ci saranno laboratori di musica e illustrazione per bambini. Mercoledì 14 luglio a Borgo San Lorenzo di Loro Piceno arriva Max Casacci dei Subsonica (alle 21). Altri laboratori per i più piccoli, nella giornata di giovedì, dalle 15 alle 19, questa volta a Sant’Angelo in Pontano, nel chiostro delle scuole: sempre qui, sono previsti un incontro (“Storie della grande Estinzione” alle 18) e uno spettacolo teatrale (“Intrecci” a cura del teatro Rebis, dalle 19,30). Tra gli eventi ci sono anche altri tavoli culturali ed incontri, camminate poetiche e musica. L’ospite di prestigio arriverà all’arena “La Cava” di Ripe San Ginesio il prossimo sabato 17 luglio: alle 21,15 si esibirà l’attore Natalino Balasso, che porterà il suo nuovo spettacolo dal titolo “Dizionario Balasso”. Dal 12 al 16 luglio torna la quarta edizione del social camp, nelle campagne del Vallenzuolo, con 50 persone che si confronteranno sul tema de “La cura”, e chiusura, domenica 18, con la “Maratonda”. 
Il festival Borgofuturo mira a stimolare la «riscoperta del valore della prossimità dei luoghi» dicono dall’organizzazione. I luoghi sono quelli della vallata del Fiastra che rappresentano il cuore identitario del territorio: un punto di incontro tra le tradizioni e le innovazioni, tra il passato, il presente e il futuro. Questa è forse l’edizione più partecipata, e quest’anno ha visto ampliarsi il territorio di riferimento: cinque comuni, ciascuno con le proprie peculiarità, a rappresentare l’identità culturale collettiva della comunità del Fiastra. Per partecipare al festival è necessario prenotare precedentemente, onde evitare di creare assembramenti per avere il posto, e rispettare quindi tutte le norme anti-Covid. Info e prenotazioni sul sito del festival. Se non specificato il prezzo, l’ingresso agli eventi si intende a offerta libera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA