Momix, c’è qualcosa per tutti: oggi e domani appuntamento al teatro Rossini di Civitanova

Momix, c è qualcosa per tutti: oggi e domani appuntamento al teatro Rossini di Civitanova
Momix, c’è qualcosa per tutti: oggi e domani appuntamento al teatro Rossini di Civitanova
di Chiara Morini
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Dicembre 2023, 06:00 - Ultimo aggiornamento: 15:14

Saranno i ballerini illusionisti del Momix i prossimi protagonisti nel teatro Rossini di Civitanova Marche. La compagnia diretta dal danzatore e coreografo statunitense Moses Pendleton calcherà il palco del teatro oggi e domani, mercoledì 6 e giovedì 7 dicembre, con il nuovo spettacolo, in scena in prima e in esclusiva regionale, “Back to Momix”.

 
Il ritorno


Lo spettacolo è figlio del desiderio di tornare a calcare le scene dopo gli anni che la compagnia ha passato lontano dal suo pubblico italiano. Caratteristica fondante è sempre la leggerezza e la spensieratezza che da sempre animano i danzatori del Momix e in questo spettacolo, in particolare, c’è uno sguardo verso il futuro. I più esperti e cultori degli anni 80 noteranno un’affinità tra il titolo dello spettacolo diretto da Moses Pendleton, “Back to Momix”, e uno tra i film divenuti un classico di quel periodo storico.

Del resto anche la compagnia è nata in quell’epoca, compiendo nel 2023 ben 43 anni di carriera, o meglio di attività, tutti rivolti ad acrobazie e trasformismi. I protagonisti porteranno il pubblico in un viaggio immersivo tra colori ed emozioni mai uguali, ma sempre nuovi. Così lo spettacolo di scena a Civitanova Marche sarà da vivere quasi come una festa, alla quale sono invitati tutti gli spettatori, ad emozionarsi, si diceva, con i Momix. Sotto la direzione di Moses Pendleton, ormai divenuto un leader carismatico, oltre che essere direttore artistico: sue le creazioni, nel corso degli anni, di spettacoli come “Momix classics” o “Passion”, “Baseball” e “Opus cactus”, “Sun flower moon”, “Bothanica” ed “Alchemy compresi”, fino a quest’ultimo titolo, che di fatto è un viaggio attraverso la storia della compagnia.


Il pubblico


Non c’è successo senza pubblico, ovvio, e quello che segue Pendleton e il suo gruppo, c’è stato nelle platee di tutto il mondo, li ha visti in televisione (55 i paesi che hanno visto il loro repertorio), e pure al cinema, compresa una pubblicità mirata presentata in anteprima durante i 67esimi Golden Globe awards.

Un repertorio per tutti e per tutti i gusti, così dichiara la compagnia presentandosi sul proprio sito: «Momix è adatta a tutte le età e tutte le occasioni. I bambini si divertono, apprezzando i costumi e gli oggetti di scena, i genitori gradiscono la bellezza delle immagini e le giovani coppie possono notare il romanticismo durante un duetto. Se si guarda lo spettacolo da soli, ci si può abbandonare a profonde riflessioni o condividere la propria esperienza con un amico, magari andando a fondo tra i misteri e i segreti dello spettacolo. C’è qualcosa per tutti in Momix». Il tutto con oggetti di scena, come evidenziato dalla compagnia, luci, ombre e movimento del corpo.


La carriera


Non ci sarebbero i Momix se Pendleton non li avesse fondati. Il direttore artistico, per chi non lo conoscesse, è uno tra i più innovativi e più rappresentati coreografi d’America e ha fondato la compagnia, dopo essere stato, nove anni prima, nel 1971, co-fondatore dell’innovativo Pilobolus Dance theatre. Su tutte le coreografie per compagnie di balletto ed eventi speciali in tutto il mondo, si ricorda quella della cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali di Sochi 2014.

© RIPRODUZIONE RISERVATA