Scintille e bagliori in ogni cosa, “Lute” in scena all'Annibal Caro

Giovedì 5 Dicembre 2019
Una coreografia di Lute
CIVITANOVA - Domani, venerdì 6 dicembre, alle ore 21,15 al Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche con “Cantiere aperto per Lute. Arrivo delle scintille e dei bagliori in ogni cosa” di Le Supplici (ideazione e coreografia di Fabrizio Favale) volge al termine il progetto di residenze Civitanova Casa della Danza, ideato e realizzato da Amat con il Comune di Civitanova Marche presso le strutture della città alta - Foresteria Imperatrice Eugenia e Teatro Annibal Caro. Spazi di creazione artistica e di programmazione di spettacolo che operano in uno stretto legame con la comunità di riferimento: questo racchiudono le “residenze artistiche” ospitate a Civitanova. La formula del Cantiere aperto permette al pubblico di vedere non tanto uno spettacolo nella sua forma definitiva ma i materiali che portano alla sua realizzazione e prendere parte alla fase affascinante della sua genesi. Lute è lo scintillare della brace in un antico dialetto italico. Set, costume e video effects sono di First Rose, in scena i danzatori Daniele Bianco e Vincenzo Cappuccio, musiche Paul Corley & Sigur Rós. Lo spettacolo è proposto nell’ambito del progetto Alaska residenza di KLm (Kinkaleri / Le Supplici / mk). Biglietto cortesia 3 euro presso la biglietteria del Teatro Annibal Caro (0733 892101) dalle ore 18.30 del giorno di spettacolo. © RIPRODUZIONE RISERVATA