Concerti, letture e performance nel bosco per l’ottava edizione del “Teatro Libero del Monte Nerone”

Mercoledì 28 Luglio 2021 di Elisabetta Marsigli
Il pianista pesarese Mario Mariani, ideatore del festival

CAGLI - Ritorna il festival nel bosco, il festival delle arti create in maniera libera ed estemporanea che dialogano sullo sfondo della creazione istantanea immersa nella natura: dal 30 luglio all’1 agosto alle pendici del Monte Nerone, nella pineta di Fosto, Cagli (Pesaro Urbino), si svolgerà l’ottava edizione del “Teatro Libero del Monte Nerone”, con concerti, performance, letture, workshop, percorsi sensoriali ed altre sorprese con personaggi e artisti che accompagneranno il celebre pianista pesarese Mario Mariani, ideatore del festival nel 2012.

 
Il luogo è ormai conosciuto dagli affezionati, a cui ogni anno si aggiungono numerose nuove presenze. Ed è qui che, con il suo pianoforte a coda, Mariani accoglierà gli ospiti sopraggiunti, per trasformare il bosco in un palcoscenico a cielo aperto, a partire dalle 18,30 e fino a tarda sera, tra incontri, seminari e workshop in uno spirito di spontanea convivialità.

«Il festival – evidenzia Mariani - vuole esprime il rispetto multiculturale e l’unicità del genere e dell’essere umano, condividendo il pensiero di Silvano Agosti, ospite delle passate edizioni del festival, che intende l’essere umano come patrimonio dell’umanità. La non convenzionalità del progetto si esprime in un teatro a tutti gli effetti libero, che invita sul palco anche chi, fra il pubblico, desidera condividere le performance musicali degli artisti».

Si parte con una serata dedicata a Dante: il 30 luglio, alle 18,30, con il percorso esperienziale “Il sentiero di Orfeo: un viaggio ctonio tra dissoluzione e vocalità” con Ameris e Danilo Bellancini; alle 21 si prosegue con le liriche di Stefano Sanchini cui seguirà la sonorizzazione live, una delle performance preferite da Mariani, del film muto Inferno (Italia, 1911 di Bertolini).

Il 31 luglio, alle ore 18,30 incontro e dialogo con gli scrittori Andrea Bizzocchi che parlerà di “Pensiero e Libertà” e Antonello Cresti che presenterà il libro “La musica e i suoi nemici”. Musiche e danze popolari d’Italia (dalle 21), con Tom&Tam (Thomas Bertuccioli all’organetto diatonico e Matia Costantini al violino).


Nella stessa serata, alle ore 24, torneranno lo Sleeping Concert con Psychomore che durerà tutta la notte fino al Concerto all’alba alle 5,30 di domenica 1 agosto con Angie Gong. Nel pomeriggio del primo agosto il Teatro Libero ospiterà (alle 18,30) la performance di Andrea Slama, attrice e performer croata che presenterà Colpa mia (punita per aver desiderato la libertà) in un allestimento esclusivo. Alle 21, il tradizionale concerto finale a sorpresa. Info: 3516878834.

© RIPRODUZIONE RISERVATA