Britney Spears, i suoi primi “40 anni”: gli up e i down di una carriera da superstar. Ecco come festeggia l'icona del pop

Britney Spears compie 40 anni: la fuga con il futuro marito e il messaggio per Madonna
Britney Spears compie 40 anni: la fuga con il futuro marito e il messaggio per Madonna
6 Minuti di Lettura
Giovedì 2 Dicembre 2021, 12:19

I 40 sono arrivati. E Britney Spears li festeggia da libera, dopo 13 anni di conservatorship. Un risultato raggiunto per merito del movimento #FreeBritney istituito dai milioni di fan che la seguono da oltre 20 anni. Oggi, 2 dicembre, la top pop star può brindare alla grande e per farlo ha voluto compiere un gesto semplice, ma che mette una spunta sulla sua nuova vita: ha preso un volo per uscire dalla California senza il permesso di nessuno. E proprio sul volo che la portava via da casa, Britney Spears ha ricevuto la sorpresa del suo futuro marito, Sam Asghari, che ha portato in aereo delle rose e una grossa torta a forma di B. Ma non solo perchè oggi la popstar fa anche una dedica alla sua collega e amica Madonna (che le è stata ultimamente molto vicina). Britney ha postato un video e sulle note di Vogue ha raccontato un aneddoto: «Non amate anche voi Madonna? Ieri ho passato una giornata davvero brutta! I paparazzi mi ha scattato delle foto mentre uscivo da un bagno pubblico. Direi che è stato un po’ imbarazzante».

Britney Spears, la carriera musicale

Così come altri momenti della vita della star anche questo 2021 sarà ricordato dai fan come una data importante. D'altronte è da tempo che la vita privata di Britney Spears sovrasta la carriera musicale. Nel 1998 con Baby One More Time, Britney è diventa un'icona pop degli anni '90. I suoi codini, con camicia annodata sotto il seno e gonnellina a pieghe difficilmente si possono dimenticare. Sexy ma genuina mentre canta nel video che la lancerà nel mondo musicale. Un modello per i millenials che per anni hanno copiato il suo stile. Nata a McComb nel Mississippi da Jamie e Lynne, Britney Jean Spears (questo il vero nome) cresce a Kentwood in Louisiana con il fratello maggiore Bryan e la sorella Jamie Lynn. Che fosse una bambina prodigio lo avevano capito subito anche i genitori che l'hanno lanciata subito nel mondo dello spettacolo. La prima volta che Britney mise piede su un palco fu a 5 anni intonando una What Child Is This? alla cerimonia di diploma dell'asilo. Dopo di che la biondissima passa velocemente da un programma all'altro fino all'approdo al Club di Topolino all'età di 11 anni. Il contenitore per ragazzi vede tra ballerini e cantanti oltre a Britney anche altri bambini prodigio. I suoi compagni d'avventura furono all'epoca Ryan Gosling, Christina Aguilera e Justin Timberlake, con cui da grande avrà anche una storia d’amore tormentata, finita tra i litigi nel 2002. A 15 anni, arriva per Britney il primo contratto discografico con la Jive Records e nel 1999 esce l'album dal titolo del suo famoso brano Baby One More Time.  A 20 anni conquista l'olimpo delle celebrità più potenti del mondo Forbes. Seguirono alcuni anni di successi, con gli album "Oops!... I Did It Again" del 2000, "Britney" del 2001 e "In The Zone" del 2003. Una carriera brillante in cui l'erede di Madonna ha venduto 100 milioni di dischi, vinto 12 Billboard Music Awards e conquistato 13 volte il Guinness World Records.  

 

I down della vita privata

Ma non solo musica. Ciò che ha sempre suscitato grande interesse tra i fan è stata anche la vita privata dell'artista. Crisi, droga, relazioni sentimentali, figi e per ultimo il controllo totale sulla sua vita da parte del padre. Ecco cosa è sulla bocca del grande pubblico da tempo. Prima il legame complicato con Justin Timberlake, poi il matrimonio lampo nel 2004 con l'amico d'infanzia Jason Alexander (annullato solo dopo 52 ore, dato che Britney «non era in grado di comprendere le sue azioni») e la successiva relazione con Kevin Federline, dalla quale sono nati due figli e che si è conclusa con un divorzio nel 2007. Poi un lento ma lungo declino (l'ultimo album è "Glory" del 2016). Se dovessimo pensare a un momento che ha proprio segnato questo passaggio in cui musica e balletti sono stati messi da parte rispetto alla vita privata da parte dei fan ci verrebbe subito in mente la foto di lei con la testa rasata, con un ombrello in mano pronta all'"attacco".  Una discesa ripida e dolorosa fatto di droga, difficoltà emotive, pressione mediatiche e familiari, la battaglia con l'ex marito per l'affido dei figli. Tutto ciò l'ha fatta crollare nel 2007. Da allora fino a maggio i continui ingressi e uscite dai centri di recupero per disintossicarsi. 

La causa contro il padre

Nel 2008 uno dei momenti più difficile per Britney conosciuto come conservatorship. Un atto cui la pop star, pressata dagli avvocati e mossa da un’unica grande ragione, cioè riottenere la custodia dei figli, decide di mettere la sua vita letteralmente nelle mani del padre. Ha quindi ammesso così la Spears di avere problemi mentali, rinunciando così alla propria libertà. Un gesto fatto solo per amore dei figli. Una decisione che ha fatto crollare ancora di più la cantante, perchè Jamie Spears da quella firmaha preso il controllo totale della vita di sua figlia: chi frequentava, quanti concerti faceva, come si curava, pare persino che le impedisse di fare altri figli (come dichiarato dalla stessa Britney in tribunale). Una battaglia legale che Britney ha vinto a metà dello scorso novembre. È arrivata da poco infatti la decisione della Corte superiore di Los Angeles, che ha annullato la conservatorship dopo una lunga battaglia legale segnata dalla drammatica testimonianza della cantante. . Un discorso a cuore aperto quello che Britney  ha fatto di fronte al giudice raccontando del suo rapporto con il genitore e di come questa gabbia (non sempre dorata, ha assicurato) abbia condizionato una buona fetta della sua esistenza.

Eppure, dopo 20 anni, di carriera, tutti parliamo ancora di lei definendola una pop star d'eccellenza. Perchè Britney è molto di più. Britney è 

© RIPRODUZIONE RISERVATA