“In sospeso”, un'esposizione itinerante ad Ascoli con le opere dell'artista Giulia Canala

La giovane ed estrosa artista ascolana Giulia Canala
La giovane ed estrosa artista ascolana Giulia Canala
di Filippo Ferretti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 6 Maggio 2021, 11:58

ASCOLI - Fondere, contaminare, arricchire, estendere gli spazi storici architettonici della città di Ascoli con l’arte contemporanea espressa mediante forme multiple di vivacità e fantasia. È quanto accadrà dal prossimo 8 maggio in pieno centro nel capoluogo piceno, grazie all’estro e al coraggio di una giovane ascolana, Giulia Canala, che ha scelto di dare vita a un ambizioso progetto che si potrà ammirare in forma itinerante.

Si tratta dell’iniziativa denominata “In Sospeso” che sarà inaugurata sabato alle 18,30 presso il chiostro maggiore di San Francesco. Si tratta di tre spazi firmati dall’artista 27enne, proveniente dall’Accademia “Nemo” di Firenze, sede in cui si è specializzata in arte digitale. “In Sospeso” è un evento visitabile gratuitamente fino a domenica 6 giugno, grazie allo studio di un itinerario all’aperto in tre tappe differenti nel cuore della città: la Sala Cola dell’Amatrice del chiostro di San Francesco appunto, la piazza del Popolo e presso  “People” in Corso Mazzini. Quest’ultimo, che nasce come negozio di abbigliamento, ha visto affiancare nel tempo un interessante spazio d’arte riservato a artisti locali e nazionali.


Il progetto, patrocinato dal Comune di Ascoli, nasce durante i mesi di isolamento a causa della pandemia. «La prima opera si chiama “Senza” ed è allestita nella sala del chiostro, con cui ho voluto elaborare trenta polaroid di altrettanti giovani artisti mediante un video; trenta scatti la cui l’idea di base è quella di rendere tangibile il passaggio da una priorità all’assenza di essa», esordisce Giulia Canala, la cui mostra di debutto è stata nel 2018 nella sua città, con l’esposizione di 22 illustrazioni digitali stampate su carta. In piazza del Popolo, invece, ad attendere il visitatore sarà un lavoro chiamato “Cromio”, che offre un monolite luminoso in plexiglass riciclato. La peculiarità dell’opera sarà per chiunque di poter gestire l’installazione tramite un telecomando posto accanto all’opera. «Qui l’uso del colore sarà al centro dell’attenzione come indicatore di uno stato d’animo», suggerisce l’artista, ormai specializzata al recupero dei materiali di scarto.


Al termine del percorso, da “People” sarà possibile invece poter ammirare l’ultima tappa, dal titolo “Assembramenti”, una serigrafia realizzata per l’occasione e in edizione limitata. «Un lavoro pronto a restituire l’accezione positiva di un termine diventato recentemente sinonimo di qualcosa da tenere a distanza», spiega la prolifica creativa, che negli ultimi anni ha messo il suo talento a beneficio di vari videoclip, realizzando il set in particolare di due brani: “tigre” del cantautore ascolano Paul Giorgi e ”Nyx”, pezzo del rapper Murubutu. Per Giulia Canala l’iniziativa “In Sospeso” intende evidenziare soprattutto la convinzione che, in un momento caratterizzato da spazi ridotti, mettere l’arte a disposizione possa diventare un’occasione per avvicinarla al quotidiano e diminuire il velo di tensione ed incomprensione che si crea tra un artista e il suo fruitore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA