“Accoccolati ad Ascoli Piceno...”, il duo Pio e Amedeo costringe Baglioni a un'inedita versione di “E tu” per omaggiare la città delle Cento Torri

Un momento della trasmissione
Un momento della trasmissione
di Filippo Ferretti
2 Minuti di Lettura
Domenica 25 Aprile 2021, 16:10

ASCOLI -  Erano rimasti così entusiasti dell’accoglienza ricevuta in piazza del Popolo nell’agosto del 2017 che avevano promesso che si sarebbero presto sdebitati. Ma nessuno si sarebbe mai aspettato che, per farlo, Pio e Amedeo avrebbero approfittato del loro rientro in tv, nello show “Felicissima sera” su Canale 5. Nella puntata dell’altra sera l’omaggio nei confronti della città delle Cento Torri è arrivato inaspettato quando i due mattatori hanno deciso di cambiare in diretta il testo di uno dei brani immortali di Claudio Baglioni. I due comici hanno simpaticamente imposto all’artista di cantare una nuova, inedita versione di “E tu” mediante le strofe: “Accoccolati ad Ascoli Piceno quanto tempo siamo stati in fondo ad un treno, in mezzo al fieno, senza alcun freno”. Baglioni ha cercato di fare resistenza davanti a un tale bizzarro cambiamento ma poi ha acconsentito quando Pio e Amedeo gli hanno intimato: «Anche Tommaso Paradiso ha intitolato un suo successo a Riccione: le città italiane ci stanno sempre bene». Per il sindaco Marco Fioravanti il siparietto ha permesso l’opportunità di una grande pubblicità alla città davanti a un vastissimo pubblico. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA