Allevi porta in tv su Rai Play la sua Ascoli ricca di veri talenti

Giovanni Allevi con il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti in una pausa della riprese
Giovanni Allevi con il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti in una pausa della riprese
di Filippo Ferretti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 28 Gennaio 2021, 03:15

ASCOLI - Il musicista e compositore Giovanni Allevi e la sua città natale sono pronti ad andare in onda su Rai Play. Dopo le prime quattro puntate trasmesse prima dello scorso Natale, da oggi, 28 gennaio, sulla dinamica piattaforma televisiva arriveranno le ultime quattro puntate della docu-serie “Allevi in the Jungle”, fra cui quella girata ad Ascoli due mesi fa. 

 
Si tratta del coraggioso progetto affidato al compositore, musicista, direttore di orchestra e scrittore ascolano allo scopo di unire gli scorci di alcune delle più suggestive e belle location italiane con le gesta di personaggi insoliti, musici, artisti di strada, talenti dotati di una grande ma talvolta “invisibile” storia alle spalle. Successivamente all’ottimo gradimento ottenuto dagli “speciali” girati a Torino, Roma, Ferrara e Trento, altri mirabili viaggi di città italiane saranno a disposizione degli spettatori che amano la grande bellezza del nostro paese. E, accanto a Milano, Pescara e Salerno, non poteva mancare l’escursione nel capoluogo piceno, dove il sogno di Giovanni Allevi ha preso piede quando era bambino. La parte conclusiva di questo bel progetto cercherà non solo di immortalare i maggiori e più suggestivi scenari delle città coinvolte ma anche di dar voce a talenti veramente unici, legati di volta in volta alle location trattate. 

Nella puntata ascolana, in circa 30 minuti di programma, l’artista ripercorre i luoghi a lui più cari mediante un percorso che, tra l’altro, lo vede incontrare la straordinaria Compagnia dei Folli e, successivamente, in piazza Arringo, la band “Riciclato Circo Musicale”, con cui si è cimentato in una emozionante esecuzione “live”. Il lavoro, voluto fortemente dall’amministrazione Comunale, nato da un’idea di Allevi con Maurizio Monti, Giovanni Amico  e Achille Corea, è prodotto dalla Twisterfilm ed è diretta da Simone Valentini. La stessa equipe dunque che realizzò lo scorso ottobre nelle strade e nelle piazze delle “Cento Torri” lo spot promozionale commissionato dall’Arengo, in occasione del quale il maestro compose il brano inedito intitolato “Back Home”. «È stata una vera emozione girare nella mia Ascoli, soprattutto ritrovare la piazza, luogo dove da ragazzo contemplavo la vita e davanti alla quale non mi sentivo degno di partecipare», ha detto Allevi, ricordando che ogni sognatore di provincia porta con sè un eterno senso di inadeguatezza. 
L’artista, che durante i giorni del set, in data 4 dicembre, ha scritto sulla sua pagina Facebook un post dedicato alla sua città, concludendolo con la frase: “Ascoli, ti amo”, con questo impegno ha voluto abbandonare i climi colti e accademici della musica classica di cui si è sempre nutrito per incontrare i “buskers”, coloro che si cimentano in differenti discipline per esprimere tra la gente la propria creatività, dando vita a un sorprendente scambio umano e artistico. «Sono per natura timido e chiuso nel mio mondo, avvolto dalla musica, ma ho sentito il bisogno di aprirmi ad una avventura filosofica e sovversiva, in grado di raccontare le forme del cambiamento e la capacità di adattamento, che in questo momento storico siamo portati ad esplorare», ha aggiunto il Maestro a proposito di “Allevi in the Jungle”, certo che possa rappresentare lo strumento ideale per far conoscere una realtà in grado di far ripartire la vita, di permettere di imparare dalle nostre fragilità, di scoprire come rimanere fedeli a se stessi nonostante le difficoltà attuali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA